Il derby contro il Toro vinto all'ultimo secondo con un gol di Cuadrado ha ridato alla Juventus quelle energie nervose, che potrebbero essere importantiper tentare la scalata verso posizioni più consone al blasone della società ed alla qualità della squadra messa a disposizione di Massimiliano Allegri; il tecnico livornese pare essere in confusione tattica visto che spesso cambia modulo e uomini non dando alla squadra una precisa connotazione.

Questa sorta di continuo cambiamento non giova alla squadra ed ai calciatori che non riescono a capire con quale schema devono scendere in campo, si passa dal 3-5-2 al 4-3-3 o al 4-3-1-2 conuna frequenza tale che destabilizza chi scende in campo, semprealle prese con schemi di gioco differenti che non fanno altro che alimentare la confusione e creare a coloro che scendono in campo un senso di sfiducia e di totale smarrimento; qui il mister deve assolutamente dare una svolta definitiva, scegliere un modulo e portarlo avanti senza se e senza ma, in modo tale da infondere certezze e non perplessità.

La Juve e Allegri si giocano il futuro, il tempo a disposizione per gli esperimentiè finito

Adesso la Juventus avrà la prima occasione contro il Borussia in Champions League, domani per chiudere il discorso qualificazione e mettere un mattone importante nella costruzione della stagione, poi la testa andrà al campionato con l partita di Empoli, assolutamente da vincere, e dopo la sosta per gli impegni della nazionale italiana, il match interno contro il Milan che pare in netta ripresa ed in salute, uno scontro diretto da portare a casa per dare continuità ad un discorso che necessità di essere alimentato con vittorie che diano nuova fiducia ad un ambiente depresso da una serie di prestazioni incolore e non degne dei colori bianconeri.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Allegri avrà il compito di trovare un certo tipo di equilibrio che troppo spesso è mancato, a nostro giudizio, il modulo più consono a questa rosa d calciatori dovrebbe essere il 4-3-3, unico in grado di sfruttare le caratteristiche di alcun i calciatori, probabilmente i più talentuosi a disposizione del mister livornese; inventare Morata ala sinistra per trovargli un posto tra gli undici titolari è una forzatura esagerata, lo spagnolo è un attaccante puro, uno che al gol nel sangue non può essere relegato, se non in casi di emergenza in un ruolo non suo.

Alex Sandro potrebbe essere una soluzione, visto che come terzino non ha fornito le giuste garanzie di copertura, attendendo il mese di gennaio quando tutti attendono la cessione di Hernanes, non consono al progetto Juve e magari di Sturaro, per acquistare una vera ala sinistra come il talentuoso e concreto argentino del Genoa Diego Perotti, in grado insieme a Cuadrado di aprire le difese avversarie come pochi; in attesa di sviluppi si attendono vittorie importanti per risalire velocemente la china.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto