La Fiorentina, tutta di Paulo Sousa è proprio il caso di dirlo, risponde alla vittoria dell'Inter contro il Torino, portandosi via da Marassi i suoi tre punti contro una Sampdoria assolutamente anonima e completamente da rivedere. Un rigore messo a segno da Ilicic, dopo appena dieci minuti di gioco, e una rete realizzata dal 'solito' Kalinic (su splendido duetto con lo stesso Ilicic) mettono al tappeto una Samp inconsistente, ma lanciano soprattutto un messaggio chiaro al campionato di serie A.

La vittoria della Fiorentina assume ancor più valore se pensiamo che la Sampdoria era imbattuta in casa da ben sette partite: la sconfitta doriana arriva dopo quattro vittorie e tre pareggi e nemmeno l'Inter di Mancini, che passò da queste parti qualche settimana fa, riuscì nell'impresa di portarsi a casa il bottino pieno. Ora i tifosi della 'Fiorentina-spettacolo' possono cominciare a sognare: il prossimo 22 novembre sarà Fiorentina-Empoli, mentre la Sampdoria cercherà di fare risultato al 'Friuli', contro l'Udinese.

Nel lunch match della dodicesima giornata di serie A, Torino-Inter 0-1.

Sampdoria-Fiorentina: Zenga 'Vecino da rosso', Paulo Sousa 'Meritiamo di stare in alto'

Walter Zenga, a fine match, riconosce un 'ottima Fiorentina' ma protesta contro alcune decisioni arbitrali: 'Vecino doveva essere espulso, la gara si è incanalata a loro favore da episodi determinanti. - ha dichiarato il tecnico blucerchiato - 'La nostra intenzione era quella di attaccarli alti, di pressarli, di non lasciarli venire avanti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Fiorentina Fantacalcio

Dopo dieci minuti, però, abbiamo regalato il calcio di rigore e tutto è diventato più complicato. In campo mi sono arrabbiato perchè non facevamo quello che avevo preparato, non ci credevamo più. Mai arrendersi perchè se Eder, a dieci minuti dalla fine, l'avesse buttata dentro, la sfida si poteva riaprire'.

'Vogliamo giocarcela con tutti - ha dichiarato Paulo Sousa. - Giocare qui a Marassi è molto difficile, perciò sono contento.

Per lo scudetto non lo so, il nostro scudetto è il calcio propositivo che facciamo, è la nostra immagine. Il nostro successo più grande è ottenere dagli avversari il riconoscimento delle nostre qualità. Se stiamo in alto, è merito di quello che facciamo in campo.'

Sampdoria-Fiorentina, voti Gazzetta dello Sport Fantacalcio Serie A, domenica 8 novembre 2015

Emiliano Viviano è letteralmente strepitoso sul tiro deviato di Vecino, ma poi si ripete con i miracoli su Bernardeschi: se il passivo non è più pesante, alla fine, è soprattutto merito suo.

Viviano 7 e due gol presi; Pereira 5,5 (Mesbah 6), Silvestre 6, Zukanovic 5 (ammonito), De Silvestri 6,5; Barreto 6 (Ivan 6), Fernando 6,5, Soriano 6 (ammonito) (Cassano senza voto); Muriel 5,5, Carbonero 6, Eder 5 (ammonito).

Paulo Sousa ha trovato il suo leader, si chiama Josep Ilicic. Se segna lui, la Fiorentina vince. Oltre al calcio di rigore, confeziona l'assist per Kalinic. Quando è in partita, per gli avversari son dolori.

Tatarusanu 7; Roncaglia 6,5, Astori 7, Gonzalo Rodriguez 7 (ammonito); Badelj 7 (ammonito) (Mario Suarez 6,5), Vecino 6,5 (ammonito), Borja Valero 6,5, Pasqual 6 (Alonso 6); Bernardeschi 7,5, Ilicic 7,5 e un gol segnato (Mati Fernandez senza voto); Kalinic 6,5 assist e una rete segnata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto