Nell’ultima giornata dell’anno solare 2015, la Juventus infila la settima vittoria consecutiva, consolidando ancor di più il processo di risalita in classifica, sebbene negli ultimi minuti di recupero abbia rischiato di vanificare una partita praticamente vinta, con relativa esplosione di rabbia da parte di Allegri, più che legittima, per il grosso pericolo sfiorato dopo un match sostanzialmente dominato.

In avvio gol del Carpi, Mandzukic ristabilisce gli equilibri

Si parte e la Juventus appare subito in partita, ma dopo un tiro dal limite di Dybala che sfiora soltanto l’incrocio dei pali, è il Carpi a portarsi a sorpresa in vantaggio.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Su una palla persa a centrocampo, si avventa l’ex di turno Marco Borriello che, come un fulmine, arriva dalle parti di Leonardo Bonucci, vincendo l’uno contro uno e mettendo il pallone alle spalle di Buffon.

Vantaggio dei padroni di casa, Juve incredula, ma reattiva. Dopo soltanto tre minuti da un cross di Cuadrado nasce il pareggio bianconero, prima ci prova Khedira venendo murato dal portiere avversario, ma sul rimpallo è Mandzukic a stoppare brillantemente di sinistro e a siglare su splendida girata il gol dell’ 1 a 1.

Doppio “Manzo” e la Juventus è di nuovo in vantaggio

La rimonta è soltanto cominciata: dopo il pareggio del croato, la compagine juventina continua l’assalto alla porta degli emiliani e sul finire della prima frazione di gioco riesce a trovare il gol del vantaggio. Dal versante sinistro Patrice Evra crossa in area verso Mario Mandzukic che gli fa cenno con la mano quasi a chiederne l’assist, il centravanti non ci pensa due volte e di testa supera il difensore avversario siglando il gol del raddoppio bianconero.

I migliori video del giorno

2 a 1 e tutti negli spogliatoi per un secondo tempo che si prospetta scoppiettante.

Il 3 a 1 di Pogba, La Juve controlla la gara

Al rientro in campo basta qualche minuto a Pogba, su perfetto lancio di Marchisio, per stoppare il pallone e realizzare con maestria lo splendido gol del 3 a 1. La Juventus ha ormai in mano la gara, controllandola agevolmente in una situazione di chiaro vantaggio, trovando anche il gol del 4 a 1 con Rugani, all’esordio in campionato con la Vecchia Signora, purtroppo annullato per fuorigioco. Tutto perfetto fino ai minuti finali, quando in pieno recupero, il Carpi, ancora volenteroso, su lancio di Marrone trova il gol del raddoppio con l’autorete di Bonucci che liscia completamente l’intervento. Non proprio fortunata la giornata del difensore viterbese.

Il brivido finale con l'autorete di Bonucci e il pareggio sfiorato da Lollo

Il peggio, però, deve ancora venire perché mister Allegri non fa in tempo ad arrabbiarsi, lanciando giacca, bottigliette e tutto quello che si trova davanti, che il Carpi quasi arriva al colpaccio.

Nuova incursione dei neopromossi in area bianconera e Lollo incredibilmente sbaglia tutto davanti a Gianluigi Buffon che prende tra le sue mani sicure il pallone. Per fortuna arriva il triplice fischio dell'arbitro Giacomelli e ai bianconeri non rimane che festeggiare per un 2015 finito come meglio non si poteva pensare. Ora è tempo di vacanze, poi al rientro il match col Verona. La Juve per lo scudetto c’è.