Inizia il 2016 con gioie e delusioni per le grandi della Serie A. La capolista trova i 3 punti in casa dell'Empoli castigata dal gol di Icardi. Empoli che diverte, fa un buon gioco, che mostra continuità di forma, costruisce ma spreca le diverse occasioni create sotto porta. Un'Inter timida, a tratti determinata ma vogliosa di cominciare con il piede giusto questo 2016, allunga le distanze sulle inseguitrici in vista dell'ultima giornata del girone di andata che, in caso di vittoria, incoronerebbe i nerazzurri campioni d'inverno.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

La Befana non premia Ballardini e i suoi rosanero, la crisi continua

I viola continuano ad inseguire la capolista grazie alla vittoria in casa di un Palermo assente per tutto il primo tempo.

La doppietta viola è firmata dall'ex rosanero Ilicic che non esulta per i gol e conquista ancora una volta il cuore degli ex tifosi, mostrando sportività ed attaccamento all'ex maglia. Mentre i viola dimostrano ottima flessibilità e capacità di gestione a centrocampo, offrendo un ottimo supporto alle punte, il Palermo mostra la minima reazione nel secondo tempo quando riesce a collezionare qualche azione pericolosa. Non serve a nulla lo sforzo dei rosanero di Ballardini e nemmeno il gol di Gilardino perchè allo scadere dei 90 minuti regolamentari arriva il gol del 3 a 1 viola firmato Błaszczykowski.

Il Sassuolo non contiene l'armata frusinata e non va oltre il pareggio. Frosinone che parte in quarta e trova la via del gol per errore in parata di Consigli su tiro di Dionisi. Reagiscono bene i neroverdi che sfruttano le occasioni e trovano il gol con Defrel pochi minuti dopo.

I migliori video del giorno

Frosinone che lotta e trova il vantaggio allo scadere del primo tempo con Ajeti. La parità si riequilibra al 75 minuto col gol di Falcinelli.

Passi falsi di Milan e Lazio!

A San Siro il Milan di Mihajlović riesce a tener testa ad un Bologna, sottovalutato, fino al minuto 82 quando Giaccherini, lasciato solo in area, riesce a trovare la giusta occasione per insaccare il pallone alle spalle dell'estremo difensore rossonero Donnarumma. Facile vittoria della Juve per 3-0 sul Verona che in un gioco sterile permette ai bianconeri di fantasticare, creare e realizzare. La superficialità del Verona consente alla Juve di gestire senza difficoltà i palloni sulla linea mediana verso i propri attaccanti, permettendogli di creare le azioni dalle quali poi sono scaturiti i gol. Si distinguono Dybala e Zaza, entrato al 79' giusto per apporre la firma sul risultato.

Il derby della lanterna è blucerchiato. Derby ricco di episodi, bel gioco su entrambi i fronti e soprattutto, segnato da nomi oggetto di grandi trattative nella finestra di calciomercato.

A firmare i gol del Genoa Pavoletti che porta a casa la doppietta, mentre sull'altra sponda Eder e l'indomabile Soriano con la sua doppietta. A Udine i bianconeri abbattono i bergamaschi nerazzurri per 2-1 e agguantano i 3 punti grazie ai gol di Thereau e Perica, raggiunti al '75 dalla rete di D'alessandro che dimostra fin da subito di essere un degno sostituto del ceduto Maxi Moralez.

Ricco di gol l'incontro fra Chievo e Roma che finisce in parità sul 3-3. La Roma trova subito la strada per chiudere la partita grazie ai gol di Sadiq e Florenzi. Ma forse non ci credono abbastanza i giallorossi e i veronesi del Chievo ne approfittano accorciando le distanze prima con Paloschi poi con Dainelli. Buona la reazione romana che trova il gol con Falque al '71 per il 2-3, ma non da meno quella del Chievo che ristabilisce la parità con Pepe all'86'.

A mani vuote la Lazio che in casa non riesce a riempire la rete contro un Carpi ben messo in campo, capace di difendere quelle poche occasioni pericolose della Lazio. Partita quindi sterile all'Olimpico che mette in risalto le capacità di un Carpi che ne esce a testa alta.

Napoli al TOP!

A Napoli un Torino determinato si batte bene e crea difficoltà agli azzurri che riescono comunque a conquistare i 3 punti con un 2-1 firmato da Insigne e Hamsik. Quagliarella su rigore per i granata.