Finalmente il Verona, dopo quasi nove mesi, haritrovato la vittoria in campionato e lo ha fatto nel migliore dei modi: in rimonta. Passata in svantaggio per 1 a 0 contro l'Atalanta, la squadra ha saputo ritrovare l'energia mentale e fisica per ribaltare il risultato prima con uno strepitoso goal in serpentina di Siligardi e poi con Pazzini. La vittoria - considerate le motivazioni dei lombardi e la loro precaria condizione fisica - era abbastanza prevedibile. Ora, però, per il ventiquattresimo turno, al Bentegodi arriverà l'Inter di Mancini, galvanizzata dalla strepitosa partita contro il Chievo dal risultato bugiardo di appena 1 a 0.

Del Neri conferma il 4-4-2, suo affezionatissimo alleato dai tempi del Chievo dei miracoli. Spazio quindi a Siligardi esterno sinistro di centrocampo e alla esperta coppia d'attacco Pazzini- Toni.

Anche l'Inter ha ritrovato la vittoria dopo quattro turni in cui aveva collezionato due pareggi e due sconfitte. Il solito 1 a 0, tanto è bastato alla squadra di Mancini per avere la meglio sul Chievo di Maran. Risultato bugiardo però, perché il superbo portiere del Chievo Deculin si è reso protagonista con una partita da nove in pagella. Mancini dovrebbe confermare il tridente tutto sudamericano composto da Palacio, Eder e Icardi, l'autore del goal vittoria contro i clivensi. In difesa non ci sarà Miranda, al suo posto Juan Jesus.

Probabile formazione Verona (4-4-2): Gollini; Albertazzi, Moras, Helander, Pisano; Emanuellson, Wszolek, Ionita, Marrone; Toni, Pazzini

Probabile formazione Inter (4-3-3): Handanovic, Murillo, Juan Jesus, D'Ambrosio, Telles; Felipe Melo, Medel, Kondogbia; Eder, Icardi, Palacio. Allenatore: Mancini

Pronostico. Mancini dovrebbe riproporre il solito centrocampo interamente muscolare con Medel, Melo e Kondogbia, ad assicurare copertura alle tre punte libere di svariare su tutto il fronte d'attacco.

Si tratta di due squadre sulle ali dell'entusiasmo a causa della vittoria ritrovata. Entrambe, inoltre, hanno ancora qualcosa da chiedere al campionato. Insomma, le motivazioni proprio non dovrebbero mancare e per questo motivo la giocata più logica sarà il GOAL da abbinare alla doppia chance esterna dell'Inter.