E' stata una partita senza soste quella tra Juventus e Palermo Primavera: in palio la prestigiosissima "Viareggio Cup", storico torneo di carnevale giunto alla 68^ edizione. Diretta dal'arbitro internazionale Valeri è stata decisa, di fatto, da calci di rigore. Ben tre i penalty assegnati dal direttore di gara, due alla Juve ed uno al Palermo che nel finale convulso ne ha reclamato un altro. Ha prevalso la Juventus che con questa vittoria raggiunge il Milan, uniche due società a vantare nove titoli del prestigioso torneo ma è da applaudire il Palermo alla sua prima, storica, finale alla Viareggio Cup, protagonista di una straordinaria serie di vittorie prima dell'ultimo atto.

Juventus-Palermo, finale del Torneo di Viareggio: gli highlights

Il Palermo confida nella formazione che, a sorpresa, ha piegato in semifinale l'Inter campione in carica. Ma a differenza dei nerazzurri, la Juventus di Fabio Grosso non si è fatta sorprendere ad inizio gara. Anzi, è la Juve che alla prima occasione si porta in vantaggio al 14' con Kastanos, il quale, servito in area da Marek, si libera di un difensore e batte Marson (risultato poi miglior portiere del torneo) con un sinistro da pochi metri.

La Juve sembra poter gestire il vantaggio ma al 28' Del Favero, il portiere bianconero, si fa sorprendere da un tiro da fuori di Costantino: sulla goffa respinta il più lesto è La Gumina che mette in rete il pallone del pareggio e il suo ottavo centro nel Torneo di Viareggio.

Grinta e determinazione permettono a Marek di sottrarre il pallone ad un incerto Giuliano che alla fine lo stende in area: calcio di rigore che Vadalà trasforma per il momentaneo 2-1.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Juventus

E' il 34', ma passano pochi minuti e La Gumina trasforma a sua volta un calcio di rigore che lo stesso attaccante rosanero si è conquistato contro un ingenuo Severin. Il primo tempo finisce 2-2 con la Coppa in bilico. Per il definitivo 3-2 dobbiamo aspettare il 35' della ripresa: Di Massimo, entrato da appena nove minuti, tenta di liberarsi per il tiro in area ma viene steso da Santoro. E' lo stesso Di Massimo a trasformare dal dischetto il gol che vale la Coppa.

Tra i dati statisticisegnaliamo ancora che il portiere del Palermo, Marson, è stato giudicato il migliore nel suo ruolo. La Gumina non ha vinto solo la classifica dei marcatori: si è aggiudicato anche il trofeo "Golden Boy", una sorta di "Pallone d'Oro" dei giovani talenti. La Gumina iscrive il suo nome nel prestigioso tabellone che annovera, fra gli altri, gioielli nazionali come Marilungo, Immobile e Cristante.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto