È ufficiale ormai: adesso il Milan è proprietà di una cordata cinese. Al termine di diverse (e qualche volta segrete) trattative, un manipolo di investitori cinesi, capeggiato dalla company Sino-Europe Sports Investment Management Changxing Co.Ltd., ha acquistato tutte le quote dell’Ac Milan possedute dal colosso fininvest (99,93%).

In un comunicato la conferma dell'accordo

Con un comunicato trasmesso agli organi di stampa, Silvio berlusconi – presidente del Milan da un trentennio ormai – conferma gli accordi iniziali firmati da Danilo Pellegrino, amministratore delegato Fininvest, e dal cinese Han Li.

La stima economica del club risulta di 740 milioni di euro, inclusi i debiti che ammonterebbero a 220 milioni.

Gli accordi in Sardegna

Dopo l’incontro nella villa di Berlusconi in Sardegna, il contratto si ritiene obbligante, anche se sarà compiuto del tutto e formalmente entro la fine del 2016. Sembra che si aspetti solo la finalizzazione burocratica le cui autorizzazioni dovranno essere inviate a conferma della trasparenza delle transazioni dalle autorità cinesi e italiane.

Oltre alla già citata Sino-Europe Sports Investment Management Changxing Co.Ltd., nell’operazione che segna la svolta nella storia del Milan sono coinvolte anche altre compagnie, tra le varie la Haixia Capital, che rappresenta il fondo di Stato cinese per lo Sviluppo e gli Investimenti.

Capitale nuovo per rafforzare il Milan

Il Presidente Berlusconi, prima della firma e della stretta di mano, ha preteso che negli accordi fossero chiarite le voci che avrebbero permesso di non smembrare la squadra, ma di investire in essa un capitale che sia in grado di rafforzarla. I cinesi hanno garantito di depositare, per il primo triennio, una cifra letteralmente da capogiro: 350 milioni di euro, dei quali 100 saranno versati alla chiusura dell'affare.

Nel negoziato, i capitalisti cinesi hanno adoperato, come advisor per la parte finanziaria, la Rothschild & Co. E, per quella legale, lo studio associato Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners.

Il Milan e i suoi tifosi

Con questa scelta, sembra diradarsi il silenzio che negli ultimi tempi aveva coperto il Milan e le sue vicende calcistiche, dando in ogni caso risposta ai debiti che sembravano aumentare.

Adesso bisognerà capire come i tifosi decideranno di commentare questa scelta che cade in maniera inesorabile sulle vicende della propria squadra del cuore.