Pochi minuti sono bastati a Nikola Ninkovic per cambiare il volto alla difficile gara del Dall'Ara contro il Bologna. Il centrocampista 21enne del Genoa ha dato un apporto importante nell'ultima trasferta, regalando dinamismo e imprevedibilità al gioco offensivo dei grifoni. Tanto che ci si è subito chiesti perchè un giocatore così interessante sia rimasto ai margini in queste prime partite di campionato.

Ninkovic indietro con l'italiano, Juric pretende di più

Può sembrare strano ma ci sono delle motivazioni ben precise che rivelano i misteri della questione.

Alcuni li ha sciolti direttamente il tecnico del Genoa, Ivan Juric, in una intervista rilasciata ai microfoni di Telenord: "Mi ha fatto molto arrabbiare perchè non è possibile non conoscere l'italiano dopo aver fatto un'esperienza semestrale al Chievo Verona. Non va bene. Ninkovic non è ancora in grado di tenere una partita intera, ma io voglio aiutarlo. Per me il calcio è sempre stato una battaglia, non è un divertimento". Il 'pirata' prova a scuotere un giovane dal profilo interessante. D'altra parte ilGenoa ci crede molto, in primis Juric. Il mister croato tende a punzecchiarlo per ottenere un riscontro importante sul rettangolo verde. Strategia che sembra funzionare, almeno per il momento.

Segnali incoraggianti dall'ex Chievo

Ninkovic è arrivato al grifone in condizioni fisiche non ottimali, ma la strada del recupero è stata intrapresa e l'incisività nello spezzone disputato a Bologna fa ben sperare. Nikola Ninkovic deve continuare a lavorare per arrivare al cento per cento della forma, dopo di che potrebbe rivelarsi a tutti gli effetti una nuova freccia importante nell'arco del grifone.

Sarebbe una sorpresa gradita, anche perchè il Genoa lo ha preso senza investire grosse cifre. Anzi. Ninkovic rappresenta potenzialmente l'ennesima operazione low cost che potrebbe fruttare alla società di Villa Rostan in futuro. Vedremo. Intanto Juric si aspetta che cresca e che possa dare il suo contributo quando chiamato in causa. Con una lingua nuova da imparare, per calarsi al meglio nel contesto in cui si trova. Il 21enne vive una fase importante della sua carriera. Al Genoa può davvero ritagliarsi il suo spazio.