Le cifre spese dai club cinesi durante questa sessione invernale di Calciomercato hanno rasentato la follia, ma nonostante le proteste del governo di Pechino e la volontà di mettere un tetto alle spese pazze dei club, il Tianjin Quanjian sembra aver concluso le trattative per Nikola Kalinic. Mancano le ultime formalità, ma alla Fiorentina andranno 38 milioni di euro, e altrettanto lauto sarà il compenso per il giocatore, che firmerà un quadriennale da 10 milioni di euro + 2 di bonus a stagione. La telenovela durerà ancora una settimana circa, ma siamo ai dettagli per la stretta finale.

Si anima il calciomercato della Fiorentina, chi sostituirà Kalinic?

La trattativa per il croato sembrava essersi arenata nel pomeriggio del 19 gennaio, ma durante la sera il club cinese, allenato da Fabio Cannavaro, ha alzato ulteriormente la posta e sembra ormai fatta per il passaggio di Kalinic dalla Fiorentina al Tianjin Quanjian. La diretta conseguenza dell'ormai confermato trasferimento accende il calciomercato viola, con il DS Corvino che si è subito messo alla ricerca di un attaccante che possa sostituire il croato. Svariate le soluzioni: rumors smentiti su Muriel della Sampdoria, non tramonta la possibilità di vedere più spesso in campo Babacar, ma la scelta più probabile al momento sembra Mattia Destro del Bologna, con il cui entourage sono cominciati i contatti.

Dopo la perdita di Kalinic in questa sessione di calciomercato, dove può arrivare la Fiorentina?

Il trasferimento del croato in Cina, ormai in dirittura d'arrivo, priva la squadra viola di uno dei suoi elementi di spicco, che aveva recentemente confermato le sue qualità nella partita trionfale contro la Juventus, vinta per 2-1 con il primo goal proprio di Kalinic.

Le domande incombono sulla società dei Della Valle: ha senso tornare prepotentemente sul mercato per acquistare qualche rincalzo? I tifosi come reagiranno alla cessione dell'attaccante titolare e più profilico? Ma soprattutto, quali ambizioni può avere ora la squadra viola?

Cosa ne pensate?