Nello sgomento generale, continua ad aggravarsi la situazione transitoria della Scuola italiana, tra un terzo ciclo del TFA ancora da programmare, un futuro ignoto per gli aspiranti docenti, l'ultima beffa è il rinvio del TFA per gli insegnanti di sostegno. Con una nota ufficiale, il 17 marzo 2017, il Miur ha comunicato il rinvio dei test preliminari, a data da destinarsi.

Sospesa l'emanazione dei bandi del TFA

La comunicazione del Ministero dell'Istruzione inerente il TFA per il sostegno è un fulmine a ciel sereno per le università che ospiteranno i corsi, ma soprattutto per quegli aspiranti docenti che guardavano al Tirocinio Formativo Attivo come una certezza assoluta, prontamente smentita dal MIUR.

Le date dei test per il TFA sono state dunque prorogate a tempi ignoti, e lo stesso è accaduto con i bandi delle università, immediatamente congelati.

Le motivazioni del rinvio del TFA Sostegno 2017

Dopo l'emanazione del Decreto Ministeriale circa l'attivazione dei corsi per il TFA Sostegno 2017, volto a specializzare gli aspiranti docenti per attività di sostegno ad alunni disabili nella scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, sono emerse svariate problematiche. Le date originariamente stabilite, il 19 e il 20 aprile 2017, coincidevano infatti con due dei giorni durante i quali si terranno le prove suppletive del concorso a cattedra 2016, creando così problemi ai docenti interessati ad ambedue le opportunità.

Le richieste sul TFA di Anief, Sinistra Italiana e CISL

Dopo l'errore sopracitato, la sovrapposizione delle date del TFA per il sostegno e le prove suppletive, il sindacato Anief con un comunicato ufficiale ha richiesto una correzione da parte del Ministero, per non escludere gli aspiranti docenti interessati ad entrambe le procedure. Una richiesta analoga, volta allo spostamento di un mese del TFA, è giunta da un'interrogazione parlamentare di Sinistra Italiana, che chiedeva anche un aumento dei posti a disposizione.

Anche la CISL era insorta contro le dinamiche di questo TFA, accusando il MIUR di aver assegnato i posti in modo poco equilibrato. L'esempio portato dal sindacato era quello della Sardegna e del Molise, rispettivamente 240 e 370 posti a disposizione.

Il TFA quando si farà?

Il comunicato ufficiale del MIUR, non presente sul sito del Ministero ma in quelli delle Università, non specifica a quando sia rinviato il TFA.

È probabile che sia solamente di qualche giorno, in quanto il corso deve terminare entro marzo 2018.

Segui la nostra pagina Facebook!