La priorità dell'Inter nella prossima stagione sarà rinforzare il reparto arretrato, vista la poca affidabilità mostrata da Jeison Murillo, e la possibile cessione di almeno uno tra Andrea Ranocchia e Marco Andreolli. Per questo motivo il club nerazzurro vuole anticipare le mosse della concorrenza e mettere le mani sui primi obiettivi per giugno. Uno di questi potrebbe essere il difensore argentino della Fiorentina, Gonzalo Rodriguez, che ha il contratto in scadenza con il club viola e rappresenterebbe un notevole rinforzo sia per qualità che per esperienza nel reparto arretrato della rosa a disposizione del tecnico Stefano Pioli.

Stando a quanto riporta La Nazione, infatti, il centrale sta riscontrando difficoltà nelle trattative per prolungare il proprio contratto con il club dei Della Valle, e così il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, avrebbe incontrato nei giorni scorsi l'entourage del calciatore per sondare la disponibilità di un possibile trasferimento a Milano. Sul giocatore c'è il forte interesse anche di Milan e Roma, ma se l'Inter deciderà di puntare su di lui difficilmente le due squadre potrebbero pareggiare l'offerta economica del club nerazzurro.

Capitolo cessioni

L'Inter, però, adesso deve pensare a sfoltire la rosa nell'attuale sessione di calciomercato. Le cessioni di Felipe Melo al Palmeiras a titolo gratuito e quella di Stevan Jovetic al Siviglia (ieri subito in gol in Coppa del Re contro il Real Madrid) in prestito con diritto di riscatto fissato a 14 milioni di euro sono state solo le prime.

Un altro giocatore in procinto di essere ceduto è il centrocampista ivoriano Assane Gnoukouri, che dovrebbe andare in prestito al Crotone, c'è l'accordo con i club manca il si del giocatore che dovrebbe arrivare quest'oggi. Altri due giocatori che potrebbero salutare sono Davide Santon, richiesto dalla Sampdoria, e Andrea Ranocchia.

Non dovrebbero esserci altri acquisti dopo quello di Roberto Gagliardini, arrivato in prestito biennale con obbligo di riscatto, a meno che non ci siano altre cessioni illustri e, in questo senso, occhio a Geoffrey Kondogbia ed Ever Banega.