Il calciomercato e, in alcuni casi, i problemi societari, lasciano spazio ad un sabato di campionato che alle ore 14.30 si è aperto con dei risultati che ritenere sorprendenti sarebbe un eufemismo.

Naufragio sullo Stretto

La caduta che fa più rumore è sicuramente quella della Juve Stabia che, in maniera sorprendente, torna a cadere nella stessa zona. Aveva perso sull'altra sponda con la Reggina, perde nuovamente sul lato sicuolo e lo fa contro un messina che si credeva potesse essere distratto dalle vicende societarie e dalle innumerevoli voci che vogliono i due uomini di punta Milinkovic e Pozzebon ad un passo dalla cessione.

Ed invece la squadra di Lucarelli tira fuori dal cilindro una prestazione, per molti versi, inattesa e costringe alla sconfitta una delle squadre che conta di giocarsi fino alla fine le sue carte per la vittoria finale del girone.

Nardini regala tre punti preziosissimi ai peloritani che si rilanciano in zona salvezza.

Tra i mach delle 14.30 l'altra squadra ad ottenere l'intera posta in palio è, invece, il Cosenza che, nel finale, si aggiudica la sfida giocata a Melfi. La doppietta di Baclet (80' e 90') vale l'affermazione dei lupi in trasferta.

Sugli altri campi, invece, si registrano tre pareggi con gol. Quello più significativo è sicuramente quello ottenuto dall'Akragas che, dopo una settimana resa difficile da vari aspetti, ottiene un punto contro il Fondi che va sotto (gol del nuovo arrivato Russo) e poi ribalta (doppietta di Calderini) e a tempo scaduto subisce il 2-2 siciliano ad opera di Sicurella (2-2).

Paganese e Fidelis Andria, invece, fanno 1-1. A salvare i campani, finiti sotto per effetto della realizzazione di Tartaglia, è Reginaldo. L'ex attaccante del Parma dovrà farne ancora tanti se vorrà tenere i suoi lontani dai guai della bassa classifica che, ad oggi, continua ad essere vicina.

Il medesimo risultato lo regala anche il match tra Monopoli e Siracusa: succede tutto nel primo tempo con i padroni di casa avanti con Esposito e ospiti che arrivano al pareggio con Azzi.