Vigilia di Juventus-Inter, una partita che vale un pezzettino di scudetto per gli uomini di Allegri e la maturità per la formazione di Pioli. Un match che va al di là della rivalità tra le due squadre, al di là del Derby d'Italia, perchè i nerazzurri sono in formissima e perchè i bianconeri vogliono vendicare la sconfitta del match di andata giocato a San Siro.

Juventus-Inter, ultimissime novità da Vinovo: Allegri sceglie il 4-2-3-1?

Veniamo alle formazioni delle due squadre e ai due probabili schieramenti. Allegri sceglierà il modulo 'tutte punte' 4-2-3-1 oppure opererà dei cambiamenti tattici?

Al momento la prima soluzione sembra la più probabile, anche perchè contro Lazio, Milan in Coppa Italia e Sassuolo, il quartetto là davanti ha funzionato alla grande. Dunque, Buffon in porta con centrali Bonucci e Chiellini; a sinistra Alex Sandro mentre a destra Lichtsteiner è favorito su Barzagli, tra l'altro leggermente febbricitante. A centrocampo l'unico dubbio di Allegri: Marchisio o Khedira? Il tedesco sembra favorito per giocare accanto a Pjanic. Là davanti, Cuadrado, Dybala e Mandzukic dietro al 'Pipita' Higuain.

Juventus-Inter, derby d'Italia 5 febbraio: le ultimissime novità, la probabile formazione di Pioli

Qualche dubbio in più, invece, per Stefano Pioli che riproporrà il 4-2-3-1.

Con Handanovic tra i pali, a sinistra giocherà Ansaldi mentre a destra troveremo D'Ambrosio. Primo dubbio, la coppia dei centrali: o Miranda-Murillo oppure Miranda-Medel. Nel primo caso, spostamento di Medel a centrocampo insieme a Gagliardini; nel secondo, Brozovic in mezzo al campo insieme all'ex atalantino, con Candreva, Perisic e Joao Mario dietro l'unica punta Mauro Icardi.

In sostanza, non cambia molto, anche se le due diverse soluzioni possono propendere più verso la fisicità o la qualità. Difficile, invece, l'impiego di Kondogbia accanto all'intoccabile Gagliardini: le soventi amnesie del francese, seppur molte meno con l'avvento di Pioli, potrebbero indurre il tecnico nerazzurro a scegliere la qualità di Brozovic o l'aggressività di Medel. In ogni caso al J Stadium sarà certamente spettacolo, con due moduli altamente offensivi che promettono emozioni in tutti i novanta minuti.