Juventus - Inter non è ancora finita, o meglio, è finita solo sul campo. Le polemiche nate nel post partita per le decisioni arbitrali, sembrano non voler finire; ad aggravare la situazione, è arrivata la decisione del giudice sportivo di squalificare per due turni di campionato sia il capitano dell'Inter, Mauro Icardi, che l'esterno offensivo croato, Ivan Perisic.

L'Inter non ci sta ed annuncia il ricorso

Quella di domenica sera, è stata una bella partita dal punto di vista sportivo, ma molto meno per quello che ne sta venendo fuori nel post.

L'Inter non accetta la decisione del giudice sportivo e continua a criticare l'operato dell'arbitro Nicola Rizzoli, professione architetto, appartenente alla Sezione AIA di Bologna. Secondo i nerazzurri, durante la partita, sono stati usati due pesi e due misure nel trattamento delle due squadre. La proprietà nerazzurra, nella persona di Steven Zhang, ha espresso pieno appoggio alla linea (dura) intrapresa dalla dirigenza e dall'allenatore.

Secondo quanto riferito sul Corriere della Sera, il capitano dei nerazzurri, Mauro Icardi, avrebbe rifilato più di un "vaffa..." al quarto uomo Orsato, accompagnato da un gestaccio e dall'aver scagliato il pallone in direzione del direttore di gara Nicola Rizzoli (senza colpirlo). Ivan Perisic, invece, per meritare la squalifica, avrebbe ripetuto all'arbitro: "Sei scarso, sei scarso". Nessun insulto quindi, da parte del croato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

La polemica tiene banco anche su La Repubblica, che aggiunge qualche dettaglio sulla vicenda, affermando che Icardi avrebbe detto "bravo fenomeno" al quarto uomo Orsato.

Sempre secondo La Repubblica, la cosa strana è rappresentata dal fatto che durante la partita, Pjanic (dopo un'ammonizione) ed Higuain (ci sarebbero labiali inequivocabili) avrebbero usato parole ben più ostili di quelle usate dai nerazzurri, nei confronti dell'arbitro Rizzoli.

Sempre secondo quanto riportato da La Repubblica, la direzione di gara con i bianconeri avrebbe chiuso un occhio come già fatto in passato con Totti a Udine o con Bonucci in un derby (il famoso testa contro testa). Altro dettaglio tirato fuori dal quotidiano La Repubblica è quello relativo alla bestemmia di Lichtsteiner al momento della sostituzione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto