La brutta sconfitta di domenica dell'Inter contro il Crotone di domenica continua a suscitare polemiche. I nerazzurri, dopo la debacle allo Scida, sono usciti perfino dalla zona Europa League, arrivando al settimo posto superati dal Milan, vittorioso per 4-0 contro il Palermo. Sabato il derby di Milano tra le due squadre, così, assume un valore ancora più importante, in particolar modo per i nerazzurri che, in caso di risultato negativo, potrebbero dire definitivamente addio anche all'Europa League visti gli impegni che ci saranno in seguito, con la sfida contro la Fiorentina il sabato successivo e la sfida contro il Napoli domenica 30 aprile.

Ma, tornando alla sconfitta contro i calabresi per 2-1 di domenica, è arrivato il duro commento del noto giornalista e telecronista di Sky Sport, Fabio Caressa, che ha espresso concetti duri nei confronti dei giocatori dell'Inter e si è soffermato sull'eventuale permanenza del tecnico, Stefano Pioli, a fine stagione. Queste le sue parole a riguardo:

"Dopo la vittoria per 7-1 contro l'Atalanta nonostante il clima di grande esaltazione che si respirava, noi abbiamo sempre sottolineato come questa fosse una squadra sinusoidale, anche perché bisogna ricordarci come questo gruppo non abbia avuto certezze fin dall'inizio. Non si intravede questo grande attaccamento alla maglia dell'Inter e per questo motivo mi aspetterei un Zanetti più incisivo in questo periodo visto che non si vede un grande interismo e la squadra non riesce a reagire quando va in difficoltà, come si è potuto vedere anche con il Crotone, dove mi sarei aspettato grande furore agonistico. Questo accade quando si passa da un gruppo che ha vinto tutto ad un altro che ancora non ha una precisa identità, per questo bisogna cercare di inserire nella rosa calciatori che sappiano cosa vuol dire giocare nell'Inter".

Parere sul futuro della panchina nerazzurra:"Io personalmente continuerei con l'attuale tecnico Stefano Pioli, sia perché lo ritengo un tecnico in gamba sia perché questa stagione non l'ha iniziata lui e, anzi, ha rimesso a posto molte cose da quando è subentrato a Frank De Boer. Se si dovesse cambiare bisognerà farlo solo per nomi altisonanti e che, possibilmente, conoscano il calcio italiano. Però non ritengo che Pioli abbia commesso questi grandi errori ma, piuttosto, è proprio la rosa dell'Inter che vive di alti e bassi e bisogna invertire la tendenza a partire dalla prossima stagione".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto