Lavora alacremente la dirigenza bianconera per rinforzare la rosa da mettere a disposizione del tecnico Massimiliano Allegri. Un occhio al campo con l'obiettivo di chiudere la pratica scudetto e provare a vincere la tanto agognata Champions League, ed uno al futuro. Marotta e Paratici hanno chiari gli obiettivi da raggiungere, uno di questi è il giovane senegalese della Lazio Keita Balde. Sempre più vicini a vestire bianconero anche Federico Bernardeschi e l'esterno francese Lemar. Tutti giovani di prospettiva che potrebbero servire alla Juventus del futuro, e tra questi, fino a poco tempo fa, c'era anche un brasiliano che dicono essere il "nuovo Neymar", ma il sogno di averlo a Torino pare essere definitivamente svanito.

Vinicius Junior verso il Real Madrid

I bianconeri di Torino avevano tenuto d'occhio il ragazzo a lungo e per molto tempo si era pensato di pagare la clausola rescissoria per assicurarsi le prestazioni del calciatore. Poi l'inserimento deciso da parte di Real Madrid e Barcellona; le due società spagnole, come la Juventus, avevano intuito le potenzialità del ragazzo, tanto da mettere in piedi una vera e propria telenovela. Il giovane Vinicius Junior, però, pare aver scelto il Real Madrid come destinazione. Il "nuovo Neymar", secondo quanto riferito in Sudamerica, avrebbe quindi scelto il Real Madrid come sua prossima destinazione. L'ex numero uno del Flamengo Kleber Leite, proprietario del cartellino del ragazzo, avrebbe confermato a Fox Sport Brazil che il talento brasiliano si trasferirà nella capitale spagnola.

Il passaggio del ragazzo ai Blancos avverrà però nel 2019 e non nell'estate che è ormai alle porte. La squadra, guidata da Zinedine Zidane, avrebbe quindi deciso di investire i 45 milioni di euro previsti dalla sua clausola rescissoria. Un investimento importante a livello economico, ma che potrebbe rappresentare un vero e proprio affare qualora il ragazzo si rivelasse il crack sperato.

Intanto un altro brasiliano punzecchia la sua ex squadra

Notizie negative sul fronte mercato, ma anche elogi importanti per i dirigenti bianconeri. Marotta ha dimostrato di vederci lungo con l'affare Dani Alves: c'era chi lo dava per bollito, invece il brasiliano è stato davvero importante per la Juventus, tanto da poter considerare l'operazione un vero e proprio capolavoro.

Il brasiliano si toglie qualche sassolino dalle scarpe con prestazioni super ed anche la stampa spagnola, tramite El Confidencial, ha rivelato che la dirigenza del Barcellona si sia spaccata sull'addio dell'esterno: "E' vecchio, finito, bisogna dare spazio ai giovani" diceva qualcuno, la verità però è un'altra, la sua cessione è stata un vero e proprio errore ed il campo lo ha dimostrato.