Sognare è la parola d'ordine del nuovo Milan, eppure sembrava utopia fino a qualche mese fa, quando il susseguirsi di voci sulla cessione del club di via Aldo Rossi erano tutt'altro che rinfrancanti, infatti esse spaziavano da un futuro incerto con la presidenza ancora nelle mani di Silvio Berlusconi che per numerosi motivi aveva fatto intendere che non fossero più possibili gli investimenti di un tempo, a causa di un cambio storico nel mondo del calcio, dovuto ai cospicui investimenti degli sceicchi arabi e delle multinazionali asiatiche che non permettevano più al Cavaliere di stare sulla cima del calcio mondiale fino ai rumors della non esistenza effettiva degli acquirenti cinesi tanto attesi dai tifosi milanisti.

I tifosi rossoneri sognano

Ad un tratto dopo un tira e molla durato mesi se non anni tutta questa foschia intorno al futuro del Milan si è dissolta con l'avvento di Yonghong Li facoltoso imprenditore cinese, che ha permesso di far tornare a sperare in un futuro roseo per la compagine milanese e le premesse sembrano esserci tutte.

Il neo presidente del Milan ha designato come amministratore delegato e dirigente sportivo rispettivamente Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, lasciando da parte quindi anche lo storico dirigente rossonero Adriano Galliani fedele braccio destro di Silvio Berlusconi, i due silenziosamente si sono fatti strada in quel di Milanello anche tra qualche mormorio come accade sempre quando c'è un cambiamento e dovuta anche alle passate esperienze del duo che erano stati pedine fondamentali di altre società italiane come l'Inter.

Giunti sull'altra sponda del naviglio si sono subito rimboccati le maniche, grazie anche ad un lavoro già precedentemente iniziato prima del cambio di presidenza, la conferenza stampa di presentazione del nuovo A.D. è stata di una trasparenza e limpidità che da anni mancava alla società, mettendo subito in chiaro la voglia di riscatto della nuova proprietà, grazie anche ad ingenti investimenti.Veniamo dunque al nocciolo della questione, quello che tutti i tifosi milanisti vogliono sapere ovvero i giocatori possibili papabili per la nuova storia rossonera.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan

Reso ufficiale l'acquisto di Musacchio, centrale del Villareal ambito da grandi club europei per 18 milioni di euro, semifinalista di Europa League con la squadra spagnola e capace di guidare per due anni una delle difese della Liga meno battute. Il secondo nome è quello di Frank Kessiè classe 96' di proprietà dell'Atalanta reduce dalla storica qualificazione in Europa e cardine della squadra di Gasperini, anche se non ancora ufficiale il suo acquisto è dato per certo per una cifra vicina ai 28 milioni di euro, il che farebbe fare un grande salto di qualità alla mediana rossonera.

Il terzo acquisto ormai vicinissimo è Ricardo Rodriguez per 15 milioni più 3 di bonus, versatile terzino del Wolsfburg, giocatore di spinta e completo, dopo anni di carenze in quel settore del campo.

E' molto più di un interessamento quello per Keita Baldè gioiellino della Lazio per il quale Mirabelli sembrava essersi mosso in anticipo, ma la concorrenza è tanta dovuta alla giovane età del calciatore e per il finale di stagione che l'ha visto protagonista, anche la Juventus sembra averci messo gli occhi sopra, identico discorso vale per Andrea Conti terzino della macchina perfetta costruita da Gasperini a Bergamo.

Lucas Biglia e Milan Badelj possono essere acquisti intelligenti, entrambi in scadenza di contratto e pronti ad una nuova avventura, il secondo sembra più raggiungibile dopo aver flirtato anche la passata stagione con i rossoneri.

Passando ai sogni sono due che non fanno dormire i tifosi rossoneri e i nomi corrispondono ad Andrea Belotti classe 93' di proprietà del Torino dove ha siglato più di venti gol, dichiarato tifoso rossonero e come idolo ha fin da bambino Shevchenko, un nome che se evocato tra i milansti suscita ancora dolci ricordi, la clausola di 100 milioni posta dal presidente Cairo sembra insormontabile anche se valevole solo per l'estero ma comunque il prezzo non scenderà sotto i 50-60 milioni.

Il secondo nome è quello di Luka Modric, giocatore dalla tecnica sopraffina di proprietà del Real Madrid che ultimamente si sta facendo notare sui social mettendo like alle foto dei rossoneri e che rappresenterebbe una vera svolta per il nuovo Milan, anche se il raggiungimento di questo obiettivo sembra veramente difficile, per i costi e soprattutto per la mancata partecipazione alla prossima Champions League, però ora sognare in grande si può e sperare magari in un grande regalo di benvenuto di YongHong Li per aprire questo nuovo ciclo del nuovo Milan che sarà.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto