Non sarà un compito facilissimo per il Verona portarsi a casa la giovanissima stella della Juventus, Moise Kean, (classe 2000). Dalle ultime news di mercato, a volerlo a tutti i costi in riva all'Adige sarebbe proprio il presidente gialloblù Maurizio Setti, letteralmente abbagliato dalle doti dell'attaccante. A quanto pare, con il club bianconero non ci sarebbero problemi a concludere la trattativa per la cessione del giocatore con la formula del prestito (presumibilmente con opzione di riscatto e controriscatto) e l'idea di una proposta concreta si potrebbe manifestare sul serio e a breve termine.

Pubblicità
Pubblicità

Piuttosto, chi sarebbe contrario a questa scelta è proprio il procuratore di Kean, Mino Raiola. L'agente infatti vedrebbe meglio il suo assistito all'estero, possibilmente in Olanda per giocare nelle Eredivisie e fargli acquisire già un'esperienza internazionale.

Kean e una carriera tutta da scrivere

Nato a Vercelli 17 anni fa, Moise Kean ha iniziato a giocare nelle giovanili della Juventus a partire dal 2014/15. Laddove è emerso però è nella Nazionale italiana Under 17 con cui nel 2015/16, colleziona 21 presenze, realizzando 19 gol.

È letteralmente esploso nel 2016/17, quando con la Primavera bianconera, in Campionato, scende in campo 13 volte segnando 11 reti, fornendo ai suoi compagni 5 assist. Prende per mano la sua squadra e la porta fino alla semifinale del torneo, persa ai rigori contro la Fiorentina a causa di un tiro dal dischetto, calciato in malo modo proprio da lui ("cucchiaio" centrale facilmente parato dal portiere avversario), da cui ci si attendeva ben altro.

Un errore imperdonabile, commesso forse per troppa ingenuità, sicurezza e sfrontatezza che però non deve macchiare un percorso ancora tutto da scrivere e che stava senza dubbio brillando, fino a quel momento.

Pubblicità

Se n'è accorto di certo mister Allegri che compiaciuto delle sue doti (dribbling, velocità e precisione) l'ha fatto esordire (6 minuti giocati) in Prima Squadra il 19 novembre 2016, nella gara giocata allo Juventus Stadium e vinta per 3-0 contro il Pescara. Per il giocatore poi altre 3 apparizioni: 6 minuti a Siviglia ed quindi esordio in Champions League il 22 novembre 2016 (primo diciassettenne a debuttare in una manifestazione europea); un minuto col il Milan nel match del 10 marzo 2017 (vinto 2-1); e 11 minuti a Bologna, nell'ultima sfida di Serie A.

Al Dall'Ara la Juventus trionferà per 1-2 grazie ad un suo gol (il primo in Campionato) realizzato al 4' di recupero della ripresa. Kean può giocare sia da prima che da seconda punta, nonché da esterno e se il Verona riuscisse ad aggiudicarselo non sarebbe un colpo mica male.

Leggi tutto