In casa Inter non si pensano solo alle possibili operazioni in uscite per sistemare definitivamente i conti e rispettare i parametri imposti dal Fair Play Finanziario, che prevedono il pareggio di bilancio entro il 30 giugno. Il nuovo tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, nel suo viaggio in Cina, dove ha incontrato i vertici di Suning ed il patron, Jindong Zhang, ha elencato quelle che sono le sue necessità per rinforzare la rosa a sua disposizione e si è concentrato in particolar modo sulla difesa, ribadendo la necessità di fare il possibile per avere tutti gli elementi del reparto arretrato a disposizione (acquisti compresi) per il ritiro, che comincerà il 6 luglio, a Riscone di Brunico.

L'obiettivo numero uno resta il difensore tedesco della Roma, Antonio Rudiger, preferito a Kostas Manolas dal tecnico grazie alla sua grande duttilità, che gli permette di giocare sia come difensore centrale che come terzino destro, e permette di poter variare lo schieramento tattico dalla difesa a tre a quella a quattro. C'è ancora distanza, però, tra le parti visto che l'Inter è arrivata ad offrire fino a trenta milioni di euro, mentre la richiesta del club capitolino ammonta a quaranta milioni di euro.

Intanto Spalletti, stando a quanto riportato da Premium Sport, avrebbe dato l'ok al primo acquisto del club nerazzurro: si tratterebbe del terzino sinistro brasiliano del Nizza, dalbert Henrique.

La distanza tra domanda ed offerta è minima visto che l'Inter offre dieci milioni di euro mentre il club francese ne chiede quindici, è immaginabile dunque che si possa chiudere a dodici milioni di euro più eventuali bonus. Sarà molto probabilmente Dalbert, dunque, il primo rinforzo della nuova Inter di Spalletti, che ha la necessità di rivoluzionare il reparto difensivo dopo la stagione disastrosa disputata quest'anno.

Nainggolan nel mirino

Sistemata la difesa si penserà al centrocampo, dove ci saranno uno o due innesti. Il nome più caldo è quello di Radja Nainggolan, che sembra in rottura con la Roma viste le difficoltà riscontrate in sede di rinnovo. Spalletti non ha mai nascosto di apprezzare il belga, anche per la sua duttilità, e l'altra sera, al ritorno dalla Cina, ai microfoni di Top Calcio 24 e Telelombardia non ha nascosto l'interesse, affermando che ci avrebbe ragionato sopra. Il club nerazzurro è pronto a mettere sul tavolo cinquanta milioni di euro per il cartellino del giocatore, per il quale è pronto un contratto quadriennale a cinque milioni di euro.