Manca poco all'apertura ufficiale del calciomercato, ma i nomi che vengono accostati ai bianconeri sono davvero tanti. Si è parlato nelle scorse settimane di una Juventus vicina all'acquisto dell'ex portiere della Roma, Wojciech Szczęsny, poi la cosa si spense come non ci fosse nulla di concreto. Il tutto accadde quando il vero sogno dei bianconeri, Gigio Donnarumma, dichiarò di non voler rinnovare il suo contratto con il Milan. La Juventus provò ad inserirsi con decisione tra le parti, ma alla fine non se ne fece nulla, ora il giovane talento del Milan sembra poter rinnovare con la società meneghina e, a meno di clamorose sorprese, l'appena diciottenne portiere rossonero non vestirà la maglia del club piemontese.

Il dopo Buffon arriva dalla Premier League

Nulla di fatto quindi nella trattativa per Gianluigi Donnarumma, il giovane portiere, da più parti considerato il vero erede di Gianluigi buffon, difficilmente sarà bianconero. La Juventus è quindi pronta ad assicurarsi un altro portiere, altrettanto talentuoso, ma sicuramente meno giovane e dal nome meno entusiasmante per i tifosi.

L'obiettivo della Juventus, che sembrava esser finito nel dimenticatoio, è il portiere dell'Arsenal (ex Roma), Wojciech Szczęsny. Il ragazzo ha intenzione di lasciare Londra e tornare in Serie A; la società di corso Galileo Ferraris ha l'accordo col ragazzo, ed anche Gianluigi Buffon ha dato la 'benedizione' al suo possibile arrivo, definendo il polacco come il miglior portiere dello scorso campionato.

Il portiere aspetta i bianconeri, che però non hanno ancora trovato l'accordo con la società inglese. Marotta e Paratici ci stanno provando, e l'intenzione è quella di trovare un compromesso con la squadra inglese. L'Arsenal chiede 15 milioni di euro, la Juventus ne aveva offerti molti di meno, ma adesso, secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, la società piemontese sarebbe pronta a presentare un'offerta da 8 milioni, sperando che la stessa possa accontentare i Gunners.

Il fatto che il contratto di Wojciech Szczęsny scada a giugno 2018, mette la Juventus in una posizione di forza, che permette quindi alla dirigenza bianconera di tenere bassa l'offerta; i Gunners a questo punto farebbero bene ad 'accontentarsi' di una cifra inferiore a quella pretesa, piuttosto che perdere il ragazzo a zero durante la prossima sessione di mercato.

Intanto, sembra sempre più lontano da Torino il futuro di Neto, che ha ricevuto offerte da più parti, ma non ha ancora deciso con che maglia disputare la prossima stagione.