Il rapporto tra il #Milan e Gianluigi Donnarumma è finito come peggio non potesse finire. Dopo mesi di stallo, in attesa prima del suo diciottesimo compleanno e poi del closing societario, l'epilogo della vicenda non è stato quello auspicato dai tanti tifosi rossoneri. Gli stessi tifosi che vedevano in Donnarumma una futura bandiera e che invece sono stati traditi dalla scelta del portiere di Castellamare e del suo agente Mino Raiola. Fassone e #mirabelli le hanno provato tutte, tra incontri a Montecarlo ed offerte (in termini economici e non solo) al limite dell'impensabile. Ma non è bastato: tra Milan e Donnarumma sarà, al massimo tra un anno, addio.

Il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, a tal proposito, ha rilasciato un'intervista esclusiva al Corriere dello Sport, testimoniando tutto il suo dispiacere in merito alla vicenda.

Mirabelli: 'Adesso cerchiamo un portiere da Milan, per la società Donnarumma resta, al momento, incedibile'

Sulla nuova sfida al Milan: "Decisi di lasciare il mio ruolo nell'Inter quando Marco Fassone mi contattò per questa nuova sfida. Una decisione che è stata una sorta di salto nel vuoto, per il solo fatto che siamo stati all'ombra da Settembre 2016 ad Aprile 2017. Se sono arrivato fin qui è grazie al fatto che lavoro sodo ogni giorno, nessuno mi ha dato nulla". Per quanto riguarda i tifosi del Milan, Mirabelli dichiara: "Quando si parla chiaro non si sbaglia mai: sin dal primo giorno abbiamo sempre parlato chiaro con i nostri tifosi.

Su tutto". Mentre sul futuro di Donnarumma dice: " Come abbiamo già avuto modo di dire in passato, Donnarumma non è sul mercato. Questa è la volontà della proprietà cinese, almeno per ora. Avremmo voluto regalare un simbolo ai tifosi e Donnarumma aveva tutto per diventarlo: gli abbiamo offerto 5 milioni netti all'anno per cinque anni oltre che la fascia di capitano. Significa che stiamo parlando di ben 50 milioni lordi a carico della società, un'enormità se si pensa all'età del ragazzo". Mirebelli si è detto molto deluso della decisione di rifiutare il rinnovo: "Ci siamo rimasti male umanamente. Non c'è stata trattativa e non è vero che durante l'incontro con Raiola ci sia stata tensione o litigi. Le parti hanno preso atto della situazione ed ognuno è andato per la sua strada: dispiace, ma adesso cerchiamo un portiere da Milan".

L'offerta del Real per Donnarumma

E su di un eventuale interesse della Juve: "Marotta ha detto che la Juve ci proverà per Donnarumma? Non mi stupisco: noi siamo qui. Una cosa deve essere chiara: chiunque giochi o accetti di venire al Milan deve rendersi conto di cosa significhi vestire questa maglia". Infine Mirabelli ha commentato l'offerta del Real: "Se Florentino Perez vuole Donnarumma, noi siamo pronti per parlarne visto anche che Cristiano Ronaldo vuole lasciare il Real, no? Non offriremo. però, la base di 400 milioni di euro (ride, n.d.r)". #Calciomercato