E' un vero e proprio fulmine a ciel sereno per tutti i tifosi della società. Prima l'esaltazione per l'arrivo nei mesi scorsi di una nuova proprietà a capo del club, poi i problemi economici e adesso una notizia che lascia letteralmente allibiti. Come riportato dal sito zonacalcio.net, una società di Lega Pro è fuori dal prossimo campionato. E' una notizia che lascia sgomenti perchè avviene per una mancata affiliazione.

Andiamo per gradi. La società in questione è il Como e il problema, secondo il sito, è dato dalla mancata affiliazione dei lariani alla FIGC. Sull'affiliazione, il regolamento parla chiaro: "il titolo sportivo di una società cui venga revocata l'affiliazione può essere attribuito, entro il termine della data di presentazione della domanda di iscrizione al campionato successivo, ad altra società a condizione che la nuova società dimostri nel termine perentorio di due giorni prima di detta scadenza di avere ottenuto l'affiliazione in F.I.G.C.".

A quanto pare il Como non ha rispettato i termini e quindi, se la notizia fosse confermata, sarebbe fuori dal prossimo campionato di Lega Pro.

Tanti problemi per le società di Lega Pro

Questa mancata iscrizione probabile, si va ad aggiungere ad altre mancate iscrizioni che di ora in ora si fanno sempre più probabili. Parliamo dell'Akragas, del Catanzaro e di altre società che hanno serie difficoltà al momento. Ma molti problemi, legati anche a problematiche diverse da quelle economiche (come lo stadio), si hanno in altre società: Vicenza, Mestre, Mantova, Maceratese. Molti addetti ai lavori, parlano già di prossimo campionato a 54 squadre e non più a 60, con gironi possibili a 18 club anzichè a 20. Questo significherebbe uno stravolgimento del campionato: non ci sarebbero ripescaggi e molte società anche di medio- piccole dimensioni avrebbero l'opportunità di raggiungere i play off (si qualificano tutte le squadre fino alla decima in classifica, tranne la prima che viene direttamente promossa).

I posti "tranquilli" cioè senza play off nè play out sarebbero soltanto tre al centro della classifica.

Intanto, prosegue il Calciomercato. Il Lecce ha praticamente definito la cessione di Bleve [VIDEO], che andrà in prestito alla Ternana in serie B: si tratta di una buona occasione per il portiere giallorosso che si giocheerà le sue possibilità sperando di conquistare un posto da titolare in cadetteria.

Nei prossimi giorni il Lecce dovrà dare una risposta al Pisa che ha chiesto Caturano [VIDEO]. Il Catania stringe i tempi per il difensore Alcibiade, la Fidelis Andria ha praticamente chiuso per l'attaccante Lattanzio che nello scorso campionato ha segnato 17 reti in serie D con la maglia del Bisceglie. La Sicula Leonzio segue Baclet del Cosenza e Scoppa, centrocampista del Catania. La Virtus Francavilla ha ufficializzato l'acquisto di Saraniti, attaccante che con la maglia della Vibonese nello scorso campionato ha segnato 7 reti.