Il weekend trascinerà il mese di luglio oltre la sua metà e rappresenterà un ulteriore step concluso senza che l'Inter abbia chiuso gli affari che ci si aspettava potessero cambiare il volto della rosa a disposizione di Luciano Spalletti. C'è un pizzico di delusione tra i tifosi nerazzurri che si aspettavano una rivoluzione più rapida, ma la verità è che forse la rivoluzione non ci sarà per volontà del tecnico di Certaldo che avrebbe individuato in sei-sette colpi il numero di nuovi acquisti destinati a cambiare il livello della rosa nerazzurra.

Calciomercato Inter: le occasioni

L'occhio di Walter Sabatini e Piero Ausilio è vigile più che mai su quanto sta accadendo in Europa, dove diverse grandi squadre fanno i conti con calciatori che, per un motivo o per un altro, risultano in esubero.

Il serbo Nemanja Matic, ad esempio, può essere considerato ufficialmente in partenza da Londra, dato che Conte ed il Cheslea hanno scelto di lasciarlo a casa e di non convocarlo per la tournèè americana. Addirittura secondo il Daily Mail potrebbe profilarsi all'orizzonte un clamoroso ed ennesimo derby d'Italia con la Juventus, soprattutto qualora il club bianconero dovesse ravvisare delle difficoltà ad arrivare a Matuidi, altro profilo ricercato dalla società torinese.

Mercato Inter: altre opportunità per gli acquisti

Matic non è l'unico calciatore che potrebbe interessare ai nerazzurri e che vive da separato in casa nel club di appartenenza. Negli Stati Uniti per la tournèè estiva, ad esempio, non ci andranno neanche i calciatori del Paris Saint Germain Hatem Ben Arfa e Grzegorz Krychowiak.

Il polacco è da tempo finito nel mirino dell'Inter che sin da maggio parla costantemente con il club parigino per capire se esistono le condizioni per concludere diversi affari. Il polacco, tuttavia, non risulta una priorità, poichè per il centrocampo ci sono profili che piacciono molto di più. E se proprio ci sarebbe da scegliere un mediano in casa parigina si andrebbe su Rabiot, che qualche giorno fa potesse finire al centro di un maxi-scambio che avrebbe coinvolto Joao Mario, Di Maria e un robusto bonifico che sarebbe partito da Milano in direzione Francia.

L'Inter, allo stato attuale, sembra però maggiormente concentrata nel chiudere col Nizza la trattativa che porterebbe alla corte di Luciano Spalletti il terzino sinistro Dalbert, per il quale manca ancora l'intesa sul costo del cartellino.