L'Inter comincia a muoversi concretamente in questa sessione di calciomercato, dopo aver chiuso definitivamente il capitolo riguardante il Fair Play Finanziario, con il pareggio di bilancio raggiunto il 30 giugno, attraverso cessioni minori come quelle di Ever Banega, Gianluca Caprari, Gravillon, Senna Miangue ed Eguelfi.

Il direttore sportivo, Piero Ausilio, ed il direttore tecnico, Walter Sabatini, hanno compiuto un vero capolavoro, riuscendo a non cedere alcun big illustre per raggiungere l'obiettivo prefissato. Il big che sembrava dovesse essere sacrificato era l'esterno croato, Ivan Perisic, su cui c'è il forte interesse del Manchester United.

I Red Devils hanno cercato di approfittare delle esigenze che avevano i nerazzurri a giugno, offrendo al massimo quaranta milioni di euro, mentre i nerazzurri non si sono mai spostati dall'iniziale richiesta per il cartellino del giocatore, tra i cinquanta ed i cinquantacinque milioni di euro. Una trattativa, però, che non sembra essere tramontata del tutto visto che il giocatore avrebbe già l'accordo economico con il club inglese, che gli avrebbe offerto un contratto di tre anni, fino al 2020, a sette milioni di euro a stagione. A pesare, dunque, c'è anche la volontà del calciatore, che vorrebbe provare una nuova esperienza e giocare in Champions League.

I sostituti di Perisic

L'Inter, dal suo canto, stando a quanto riportato da Premium Sport, avrebbe già individuato ben due sostituti del calciatore.

Nel caso, infatti, ci dovesse essere la sua cessione, sarebbero ben due gli acquisti che Suning ha intenzione di mettere a segno in quel ruolo.

Il primo nome è quello del fuoriclasse argentino del Paris Saint Germain, Angel Di Maria, con il direttore tecnico dell'Inter, Walter Sabatini che è già volato a Parigi per intavolare la trattativa.La prima offerta effettuata è da cinquanta milioni di euro.

Una cifra che sembra sia stata presa in considerazione dal club parigino che, prima di dare una risposta definitiva, vuole chiudere l'acquisto del suo possibile sostituto (si parlava di James Rodriguez, ma negli ultimi giorni sembra essere balzato in pole position il brasiliano del Liverpool, Philippe Coutinho).

L'altro nome che i nerazzurri vorrebbero portare a Milano è quello del fantasista del Sassuolo, Domenico Berardi.

Il giocatore rappresenterebbe quel colpo italiano di livello, ma allo stesso tempo di prospettiva, che Suning desidererebbe mettere a segno in questa sessione di mercato.