Benvenuto Dani Alves. Con un tweet postato sulla famosa piattaforma social Twitter, la società Paris Saint Germain ha ufficializzato l'acquisizione delle prestazioni sportive del terzino brasiliano Dani Alves svincolato dalla Juventus. Per lui un contratto biennale. Parole bollenti quelle uscite dalla bocca del brasiliano, ieri nella presentazione ufficiale. Vediamo cosa ha detto.

L'attacco e le bordate alla Juventus

Fresco di contratto con la società francese, appena iniziata la conferenza stampa di presentazione ai giornalisti, il forte terzino brasiliano ha subito tuonato parole pesanti nei confronti della sua ex squadra, la Juventus.

Ecco quali sono state le primissime parole di Alves: "Quali sono le differenze tra Juve e il Paris Saint Germain? Ambizione e organizzazione, qui è tutto ordinato (di riferisce alla sua nuova squadra il PSG, ndr.). A questa squadra manca poco per vincere la Champions, spero di aiutare a centrare l'obiettivo.Senza ordine non può esserci progresso. E penso che qui ci sia ordine". Un Dani Alves impetuoso quindi, il quale già un mese fa aveva letteralmente fatto infiammare i tifosi non solo juventini ma anche del Napoli aprendo di fatto un vero e proprio dibattito social.

In una intervista, nella quale si parlava del paragone tra Maradona a Messi lui aveva pesantemente affermato, ai microfoni di SportsInteractive, che è impossibile accostare Maradona a Leo Messi: 'Quanti Palloni d’Oro ha vinto Maradona? Personalmente – sostiene Alves – non sarei orgoglioso di poter dire di aver vinto una Coppa del Mondo facendo un gol con la mano (il riferimento è chiaro, si riferisce al match tra Argentina-Inghilterra del 1986, ndr).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Milan

Con tutto il rispetto, non lo prenderei ad esempio per i giovani'. Il suo pensiero ha scatenato un putiferio soprattutto da parte dei tanti sostenitori del campione argentino.

Parole di stima ed elogio a Verratti

Quello di Dani Alves al Psg è stato un trasferimento inaspettato. Nei giorni scorsi il 34enne ex Barcellona sembrava a un passo dal Manchester City, dove avrebbe ritrovato Guardiola, suo allenatore ai tempi dei trionfi blaugrana.

Parole di elogio invece per l'italiano Marco Verratti, il quale è da diverse settimane al centro di un contenzioso tra i francesi, che non lo vogliono cedere, e il Barcellona, disposto a far follie di mercato per assicurarsi il giocatore della Nazionale Italiana: "Sono venuto qui per giocare con Marco. È questo il messaggio che gli vorrei inviare. Spero che potrà aiutarci a vincere la Champions League".

Intanto le strade tra l'ex calciatore della Juventus e la squadra bianconera si incroceranno nuovamente: infatti si ritroveranno presto in campo il 27 luglio a Miami, dove è in programma la partita all'interno delle sfide della International Champions Cup proprio tra la Juve e il PSG. Situazione di stallo intanto, quella che vede il difensore Leonardo Bonucci alla squadra del Milan. Un’ipotesi clamorosa.

Indiscrezione non fragile, ma fondata su un approccio concreto e supportata da sussurri e ammiccamenti tra gli hotel di Milano dove si dipana il mercato. A Torino non è arrivata nessuna offerta, ma potrebbe essere questione di ore, perché la società rossonera sta riflettendo su un’idea portata avanti dall’agente del calciatore, Alessandro Lucci. Anche un post su twitter dello stesso difensore di stanotte apre ampi spazi di possbilità che il difensore azzurro vesta la maglia rossonera.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto