Presso l'Hotel Massimo D'Azeglio, in pieno centro città, il Montecatini Calcio ha tenuto una conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore della prima squadra che parteciperà al campionato di Serie D per la stagione 2017-18. Si tratta di mister Pino Murgia, 51 anni sardo di Arbatax, che dopo aver intrapreso l'attività di allenatore nella sua regione, ha poi trovato un seguito in realtà internazionali. Eccolo infatti in Macedonia (Vadar Skopje), per poi passare a Malta dove ha allenato il Luxol St.Andrews, lo Sliema Wanderers, il Birzebbuga San Peter's e la Valletta FC.

Poi il salto più lungo lo ha portato in Indonesia dove ha allenato a Jakarta, presso l'Arsenal Soccer School, e poi in Iraq dove per una stagione é stato il coach dell'Erbil Sport Club Academy (a 70 Km. da Mosul)

Nella scorsa stagione l'avvicinamento a casa, con la conduzione tecnica del Jolly Montemurlo, in Serie D, il cui gioco espresso soprattutto nella prima parte della stagione ha attirato non poche attenzioni.

Adesso l'approdo nella città delle Terme, di cui si dice estremamente soddisfatto: “La prima volta che sono venuto a giocare allo stadio Mariotti con la mia ex squadra (Coppa Italia Serie D, ndr) mi sono detto che questa sarebbe stata una città ed uno stadio nel quale mi sarebbe piaciuto allenare.

E' un sogno che si avvera. Voglio giocatori affamati, come lo sono io e come lo é il nostro DG Giovannini e tutto l'ambiente qui in Società; non voglio giocatori che vengono senza motivazioni. Per me é un'opportunità: ho sperato fino all'ultimo per poter venire qui. Ho rinunciato anche a qualche buona offerta all'estero. Arrivo in una città importante, in un club importante. Da giocatore avevo un caratteraccio e anche da allenatore non scherzo.

Quando uno ha personalità ed idee, si presenta come un innovatore, ecco che molte volte gli addetti ai lavori lo identificano come un rompiscatole. Mi piace dedicare l'intera giornata al mio lavoro: arrivo alle otto del mattino e fino a mezzanotte curo tutti gli aspetti della squadra. Anche perché i dettagli sono quelli che fanno la differenza. Il nostro obbiettivo é quello della salvezza e della valorizzazione dei giovani che avremo a disposizione.

E' un campionato importante per tutti noi e dobbiamo farci trovare preparati".

Nei prossimi giorni continueranno i tesseramenti dei giocatori e le successive visite mediche, mentre l'inizio della preparazione é fissato per lunedì 31 luglio.

Segui la pagina Serie D
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!