Dinazi a cifre sempre più astronomiche con le quali vengono valutati i calciatori ai giorni nostri, ai tifosi più maturi sorge spontanea una domanda. Quale valore avrebbero oggi sul mercato fuoriclasse come Maradona, Ronaldo, Platini o Van Basten? Solitamente le cifre sono sparate a caso, ma in questo caso specifico sono state calcolate al centesimo. Il sito Playratings ha composto una graduatoria, facendo una classifica dei giocatori più costosi di ogni tempo in base ai prezzi attuali.

Pubblicità
Pubblicità

Costi che gli esperti di Playratings definiscono, senza mezzi termini, 'neymarizzati' alla luce del ciclone mediatico e finanziario causato dal recente trasferimento del brasiliano dal Barcellona al Paris Saint Germain, dietro pagamento di una clausola rescissoria da 222 milioni di euro.

I parametri utilizzati

Per poter calcolare il valore dei campioni del passato ai costi odierni, Playratings ha adottato due parametri. Nel primo caso è stato moltiplicato il valore del trasferimento dell'epoca per il coefficiente di rivalutazione monetaria.

Il secondo parametro riguarda, più in generale, il business legato all'intero mondo del calcio. Le spese del passato sono state dunque moltiplicate per un coefficiente di incremento del fatturato annuo complessivo del settore-calcio che è notevolmente cresciuto. Negli ultimi vent'anni i ricavi dei maggiori campionati d'Europa sono aumentati di almeno sei volte. Se nello specifico prendiamo come esempio il trasferimento di Maradona dal Barcellona al Napoli nel 1984, allora il suo prezzo di allora in base al secondo parametro va moltiplicato almeno per 10.

Pubblicità

I campioni del passato al prezzo 'neymarizzato'

Gabriel Batistuta nel 2000 passò dalla Fiorentina alla Roma per complessivi 70 miliardi di lire, oggi costerebbe 281 milioni di euro, mentre Marco Van Basten acquistato dal Milan nel 1987 per 1 miliardo e 750 milioni, oggi ne costerebbe 328. In tal senso sono calcolati anche i dati di performance storici dei calciatori all'epoca del trasferimento e non c'è da stupirsi se Michel Platini che la Juventus comprò nel 1982 dal Saint Etienne per 250 milioni di lire, oggi avrebbe un valore di mercato di 334 milioni di euro ed è lo stesso di Christian Vieri per il quale l'Inter versò nelle casse della Lazio ben 90 miliardi di lire nel 1999.

Arriviamo a Diego Maradona e qui il prezzo sale. El Pibe de Oro costò al Napoli 13 miliardi di lire nel 1984, oggi ci vorrebbe qualcosa come 345 milioni di euro. Il calciatore dal valore economico più alto oggi sarebbe Ronaldo per il quale l'Inter, tra clausola di rescissione ed indennizzi, pagò 53 miliardi di lire al Barcellona nel 1997. Il suo prezzo odierno sarebbe di 433 milioni di euro, quasi il doppio del suo connazionale Neymar. Ma secondo i calcoli di Playratings, l'attuale volume economico lievitato nel caso Neymar, porterebbe anche Gonzalo Higuain a costare più del doppio.

Pubblicità

L'attaccante argentino venne acquistato lo scorso anno dalla Juventus che pagò al Napoli la clausola rescissoria di 90 milioni di euro, ad un anno di distanza, in base ai parametri descritti, il suo valore sarebbe di 264 milioni.

Ulteriori delucidazioni

Per rendere più comprensibile il calcolo, citiamo il caso di Michel Platini, certamente il giocatore che all'epoca venne acquistato al prezzo più basso. Il valore odierno dei 250 milioni di lire corrisponderebbe ai 5 milioni di euro di oggi, il valore della prestazione del francese all'epoca del trasferimento (in base al rendimento ed all'età) viene calcolato su quelli che oggi sarebbero 152 milioni di euro.

Pubblicità

Per prezzo 'neymarizzato' si intende il 220 % in più del valore potenziale della prestazione, quello che in effetti è stato applicato su Neymar il cui valore prestazione è stato calcolato in 101 milioni di euro. Moltiplicando tutti questi fattori, si arriva ad un Le Roy Michel che oggi costerebbe, come detto, 334 milioni di euro.

Leggi tutto