L'Inter vuole regalare a Luciano Spalletti un altro attaccante, un giocatore che sia in grado di disimpegnarsi con pericolosità per gli avversari sulla fascia e all'occorrenza che sia in grado di agire da "falso nueve" o comunque da riferimento centrale nel 4-2-3-1. In molti ricorderanno come occupando quella casella face molto bene anche Francesco Totti che, di fatto, un numero nove non lo è mai stato, ma col tecnico di Certaldo lo ha saputo fare alla grande.

Intrigo troppo complicato

Nonostante la smentita rispetto a dichiarazioni di Walter Sabatini che annunciavano il ritiro dalla trattativa per Schick a causa dell'assenza di volontà di partecipare ad aste, la sensazione che è i nerazzurri si stiano davvero defilando dalla corsa all'attaccante della Sampdoria.

La sensazione è che, nonostante la ferma volontà del calciatore di sposare la causa interista, non c'è mai stata una fortissima voglia di puntare sul calciatore blucerchiato e mai si è registrata una decisa accelerata per portarla a Milano. La concorrenza della Roma poteva far salire il prezzo del cartellino, il ritorno di fiamma della Juventus potrebbe complicare ancor di più le cose. E tutto il calciomercato messo in atto dal sodalizio meneghino è stato all'insegna delle scelte oculate e finalizzate ad ottimizzare i costi.

A volte ritornano

Una trattativa mai decollata è quella che avrebbe voluto l'Inter fortemente interessata all'acquisto di Keita Balde dalla Lazio. Il calciatore è in rotta con la società biancoceleste ed ha un contratto in scadenza nel giugno del 2018, ragion per cui anche i capitolini avrebbero un certo interesse a cederlo ad un prezzo giusto.

Allo stato attuale i quindici milioni offerti dalla Juventus non vengono ritenuti una cifra congrua, anche perchè si sa che i bianconeri vorrebbero accoglierlo a parametro zero tra dodici mesi. La soluzione non stuzzica particolarmente il calciatore che, in una fase cruciale della sua carriera, non avrebbe interesse a vivere una stagione intera da separato in casa e, secondo le ultime indiscrezioni rivelate da Sky Sport, sarebbe pronto a dire sì all'Inter.

Va convinta la Lazio: la strategia nerazzurra prevederebbe che il calciatore e la Lazio trovino un accordo per allungare il contratto e ottenere il calciatore in prestito biennale, con eventuale diritto di riscatto (non è dato sapere se si tratterebbe di un obbligo "morale" o meno). La situazione non è semplice, ma nemmeno impossibile da risolvere.