E' un'immobilità solo apparente quella che l'Inter da quando è iniziato il calciomercato sembra vivere. Piero Ausilio e Walter Sabatini continuano ad essere vigili ed attenti a tutte le opportunità che il calciomercato dovesse prospettare. Sin da quando si è iniziato a parlare dei possibili movimenti per questa sessione estiva, il sodalizio nerazzurro ha avuto l'onere di confrontarsi con controparti che ben conoscevano la disponibilità economica di Suning e molto spesso sparavano alto nel tentativo di speculare il più possibile nell'eventuale vendita del cartellino di un proprio tesserato.

L'Inter ha preferito spendere e non spandere, portando a casa dei calciatori che non sono costati un occhio della testa, ma che si ha la certezza siano tarati per il campionati italiani e si ha grande ottimismo rispetto alla loro funzionalità nel progetto organizzato tecnico e tattico di Luciano Spalleti.

Prossimi movimenti Inter

E' atteso nelle prossime ore l'annuncio di Dalbert, mentre si è alla stretta finale anche per un vecchio pallino che, ad un certo punto, sembrava tramontato.

Shick adesso può essere addirittura considerato ad un passo dai nerazzurri. Secondo, infatti, quanto rivela il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà esisterebbe un accordo tra la società nerazzurra e l'entourage del calciatore su ogni parte riguardante il contratto: ingaggio e durata in primis, ovviamente. Anche la Sampdoria è pronta a cedere il calciatore, ma resta da accordarsi sulle tempistiche del cambio di maglia: i liguri vorrebbero tenerlo un'altra stagione in prestito, si attende di conoscere il parere dei nerazzurri in merito.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Si tratterebbe di un colpo importante, dato che in molti lo considerano il nuovo Van Basten. Detto sulla sponda nerazzurra di Milano fa un po' effetto, ma è così.

Il profilo del calciatore

Patrick Shick è un calciatore di nazionalità ceca, che occupa il ruolo di attaccante centrale. Nativo di Praga, mancino naturale, a ventuno anni ha già dimostrato di essere il prototipo dell'attaccante moderno, facendo intravedere grandi qualità con la maglia della Sampdoria.

Con i blucerchiati ha un contratto in scadenza il 30 giugno 2020. Nell'attuale Inter di Luciano Spalletti la sua collocazione più naturale potrebbe essere quella rappresentata dall'essere un'alternativa Mauro Icardi, ma in una variante del 4-2-3-1 rappresentata dal 4-4-2 molto offensivo potrebbe anche affiancare l'argentino. Difficile, invece, credere che possa agire da esterno, ma nel corso dell'evoluzione della sua carriera potrebbe specializzarsi ad essere impiegato in una posizione più defilata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto