L'Inter, per forza di cose, è concentrata su più campi, seppur attraverso le due diverse componenti. Ognuno bada al suo: il tecnico e la squadra si sforzano di preparare nel migliore dei modi la sentita sfida con la Roma che arriva già alla seconda giornata, la società è determinata a chiudere il cerchio relativamente a colpi da fare in entrata e a trattativa in uscita da portare a termine.

Le scelte in difesa

Ai più attenti non sarà sfuggito come il mercato condotto da Piero Ausilio e Walter Sabatini si sia caratterizzato, tra le altre cose, per la costante ricerca di calciatori under 25: un dato che non è casuale, ma che è basato sulla logica di avere calciatori buoni ma che abbiano la possibilità di diventare campioni strada facendo.

Pubblicità
Pubblicità

Serve una crescita quasi fisiologica di ognuno di loro affinché il club nerazzurro ritorni ad occupare i posti che gli competono in Italia ed in Europa. Basta dare un rapido sguardo ai tre volti nuovi che cambieranno il volto del pacchetto arretrato. è già un leader della squadra Skriniar (classe '95) acquistato come un usato sicuro dalla Sampdoria, Dalbert ('93) terzino sinistro arrivato dal Nizza e Cancelo (classe '94) che gioca sul lato opposto.

Pubblicità

Tutti giovani, perchè nella nuova concezione interista la gioventù è un privilegio, una caratteristica importante ed una risorsa. La forte vocazione verso i giovani, confermata anche dai buoni risultati del settore giovanile, continua dunque ad essere una prerogativa del club anche sotto la gestione Suning, che sa quanto importante sia costruirsi i fuoriclasse in casa, invece che andarli ad acquistare quando sono già formati pagandoli a peso d'oro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Futuro radioso

All'orizzonte potrebbe esserci l'ingaggio di uno o due difensori, ma non c'è voglia di fare un investimento clamoroso, anche perché entro un paio di stagioni si conta di lanciare un ragazzo che fino ad allora potrebbe essere diventato un crack del calcio mondiale. Il suo nome è Alessandro Bastoni, è un difensore centrale classe 1999, cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta. Secondo quanto rivela il noto esperto di mercato Gianluca Di Marzio il calciatore ha già un futuro nerazzurro interista praticamente assicurato grazie all'accordo che esisterebbe già tra le due società per una cessione del cartellino basata su una cifra che oscillerebbe tra gli otto ed i dieci milioni di euro, in cui i due milioni che ballano sarebbero strettamente dipesi dai bonus che verrebbero accumulati nella prossima stagione in cui il giocatore resterà in prestito a Bergamo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto