Dopo la ripresa, nelle scorse settimane, dei top campionati calcistici europei tra i quali Premier League, Liga e Serie A, anche la Serie B ha finalmente avuto inizio. Ieri la prima partita della nuova stagione tra Parma e Cremonese, vinta dai ducali per 1-0. Giovedì 24 agosto, a Venezia, Sky ha salutato la promozione dei veneti in Serie B, al contempo inaugurando l’avvio della serie cadetta della quale l’emittente televisiva ha ottenuto l’esclusiva per il terzo anno consecutivo.

Il Venezia ritorna in B

Dodici anni dopo l’ultima apparizione in questa categoria, mister Filippo inzaghi è riuscito a riportare in Serie B il Venezia, con una doppia promozione che, dichiara l’ex milanista in conferenza, è qualcosa di “straordinario”, “successo solo a due o tre squadre in settant’anni”.

Sky ha salutato il Venezia organizzando un evento all’Hotel Ca’Sagredo, al quale sono intervenuti, tra gli altri, il presidente Joe tacopina, la vice sindaco della città Luciana Colle, Inzaghi e l’attaccante Geijo.

Sono stati molti i temi trattati, tra i quali quello dello stadio, con il presidente Tacopina che ha confermato l’assoluta unità di intenti con il comune per la realizzazione del progetto, stimando che dovrebbe essere completato entro i prossimi 4-5 anni. Tacopina ha inoltre affermato le sue grandi ambizioni per questo club, ovvero di portarlo allo stesso livello delle squadre delle altre maggiori città europee, quali Madrid, Parigi e Londra.

Una piazza importante per un campionato equilibrato

Matteo Marani, vicedirettore di Sky Sport, ha celebrato il ritorno di una piazza importante come quella della città lagunare, conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze paesaggistiche e culturali, in un campionato importante quale la Serie B. Quest’ultima è stata definita da Marani come “l’affresco ed il termometro del Paese”, in quanto le 22 città partecipanti offrono un mosaico perfettamente raffigurante l’Italia in tutte le sue sfaccettature.

Inzaghi e Geijo hanno ribadito l’importanza di essere una squadra compatta, che lotta, per fare un buon campionato tra squadre che si sono rafforzate ed altre che cercano il riscatto: “Noi cercheremo partita dopo partita di rendere la vita difficile a tutti. Io ho detto all’inizio del campionato che mi piacerebbe essere un po’ la mina vagante”, aggiunge l’allenatore.

Il Venezia esordirà stasera alle 20:30 al Penzo contro la Salernitana; Inzaghi ha promosso l’impegno e la serietà di tutti i suoi calciatori, con l’intenzione di mantenere la stessa mentalità dello scorso anno.