In casa Inter sembra volgere al termine la telenovela riguardante il possibile approdo a Milano dell'attaccante della Sampdoria Patrick Schick. Il giocatore, infatti, sembra destinato a trasferirsi alla Roma, con la Sampdoria che avrebbe accettato l'offerta dei giallorossi da trentotto milioni di euro, che saranno pagati in cinque anni tra prestito e obbligo di riscatto, rifiutando i trentacinque milioni di euro offerti dall'Inter, che proponeva di pagarli in tre anni.

L'ultima chance era legata alla volontà del calciatore che inizialmente sembrava volere solo i nerazzurri: nelle ultime ore la sua posizione si è ammorbidita e, adesso, l'attaccante classe 1996 della Repubblica Ceca sembra orientato ad accettare l'offerta dei giallorossi.

L'alternativa a Schick

Contemporaneamente al tramontare della trattativa per Schick, ha preso forma un'altra trattativa in casa Inter: quella per l'attaccante senegalese della Lazio, Keita Balde. Il giocatore sembrava promesso sposo della Juventus ma la Lazio non ha ceduto alle pressioni dei bianconeri, che hanno offerto 'solo' quindici milioni di euro. Il patron dei biancocelesti, Claudio Lotito, infatti, per sedersi al tavolo delle trattative chiede almeno trenta milioni di euro. Stando a quanto riportato da Premium Sport, il club nerazzurro sarebbe disposto ad accontentare le richieste del club romano e sembra che anche il calciatore abbia dato il suo benestare ad un possibile trasferimento a Milano, soprattutto dopo l'incontro andato in scena nella serata di venerdì tra l'agente del giocatore, Antonio Calenda, ed il direttore dell'area tecnica dell'Inter, Walter Sabatini.

Dopo l'affare Schick sfumato in queste ore, dunque, l'Inter è pronta a consolarsi con uno dei più grandi talenti del calcio mondiale, Keita.

Rinforzo in difesa

Sono giorni molto caldi, visto che mancano quattro giorni al termine della sessione estiva di calciomercato e, oltre a Keita, i nerazzurri necessitano di un rinforzo in difesa visto che a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, ci sono il centrale slovacco, Milan Skriniar, il brasiliano Joao Miranda ed Andrea Ranocchia, che sembrava destinato all'addio ma potrebbe anche restare visto che in società non sono pervenute offerte per la cessione a titolo definitivo ma solo richieste in prestito.

I nomi in entrata sul tavolo sono sempre due: il tedesco Shkodran Mustafi dell'Arsenal ed il francese Eliaquim Mangala del Manchester City, con il primo in pole position.