Continua ad essere fatta di più facce l'estate dell'Inter. Da un lato c'è quella del mercato in entrata che fino ad ora non sta regalando colpi ad effetto, ma solo giocatori di sostanza ad un Luciano Spalletti che, nonostante questo, è riuscito a trasmettere molto alla propria squadra, regalando un sorriso anche ai più scettici attraverso prestazioni di livello come quella contro il Villareal. Un escalation di buone gare giocate che, a tratti, appare sorprendente, ma che viene sottolineata dai calciatori evidenziando le qualità di un tecnico che è pronto a rivoltare come un calzino la squadra nerazzurra e a riportarla dove storia, tradizione e blasone impongono.

Sette anni di delusioni, quelli che hanno seguito il Triplete, risultano davvero troppi e appaiono una parentesi negativa da chiudere al più presto.

Parla Icardi

La gara contro gli spagnoli è stata anche l'occasione per rivedere in campo Mauro Icardi. Un momento importante per tutti è stato proprio quello del suo ingreso in campo. Con molta sincerità l'argentino ha detto di non vedere l'ora di tornare a calcare il rettangolo verde per una partita assieme ai compagni, dato che pur lavorando bene in allenamento le sensazioni e i riscontri hanno valenze totalmente diverso. Timbrato, per la prima volta, il cartellino in gara vera anche con un assist per Brozovic, adesso l'obiettio cambia ed è quello di farsi trovare pronti per la prima di campionato contro la Fiorentina.

L'argentino ha sottolineato il fatto di aver visto una squadra che, al momento, dimostra di saper giocare bene, di essere in grado di fornire ottime prestazioni e di voler seguire i dettami del proprio tecnico Luciano Spalletti. Proprio sul nuovo mister Icardi ha voluto evidenziare quanto appaia la voglia di trasmettere le proprie idee alla squadra attraverso tante richieste ed indicazioni impartite alla squadra, che se proposte in partita possono portare ad ottimi risultati.

Calciomercato Inter: difensore in uscita

Com'è noto all'interno della rosa nerazzurra ci sono dei calciatori che non rientrano più nei piani o non vengono ritenuti funzionali al progetto di Luciano Spalletti. Andrea Ranocchia, ad esempio, è destinato a fare le valigie e su di lui ci sarebbe l'interesse del Genoa, Si tratterebbe di un ritorno: il Grifone sta lavorando per capire la fattibilità dell'operazione, per la quale non dovrebbe esserci particolare ostruzionismo da parte dell'Inter, anzi.

L'ostacolo più duro non sarebbe rappresentato dal costo del cartellino, ma dalla necessità di convincere il giocatore.