Al via oggi il campionato di Serie A. Alle 18 in punto fischio d'inizio della prima partita della nuova stagione, 2017-18. Il calcio tornerà così a riempire il tempo libero di un massiccio numero di sportivi, e non solo, nel week end. Nella gara inaugurale, che rappresenta il primo anticipo, si ritroveranno di fronte la Juventus campione d'Italia, reduce da una pesante sconfitta nella Supercoppa italiana contro la Lazio, e il Cagliari, che dopo la brillante salvezza conquistata pochi mesi fa, undicesimo posto solitario, ce la metterà tutta per regalare altre soddisfazioni al pubblico sardo. Non sarà facile.

L'avvio in Coppa Italia, contro il Palermo, si è rivelato stentato: un sofferto 1-1 e vittoria ai calci di rigore. La probabile formazione, 4-3-1-2: Cragno; Padoin, Pisacane, Andreolli, Miangue; Barella, Cigarini, Ionita; Joao Pedro; Sau, Farias.

Juventus, l'arduo compito di Allegri

Sull'altro fronte, i tifosi bianconeri non hanno smaltito ancora la delusione per l'ennesima finale di Champions conclusasi amaramente, ma si attendono un inizio sprint della squadra del cuore per tornare a sognare come l'anno scorso un trionfo europeo. L'addio di Bonucci ha lasciato l'amaro in bocca nell'ambiente juventino, è innegabile. Gli arrivi di De Sciglio, Douglas Costa, Matuidi e Bernardeschi basteranno a rilanciare in grande stile le aspettative della dirigenza?

Ad Allegri l'arduo compito di trovare le soluzioni giuste per consentire alla "Vecchia signora" d'assumere nuovamente un ruolo di primo piano. La probabile formazione, 4-3-3: Buffon; De Sciglio, Chiellini, Barzagli, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain, Dybala. Ad arbitrare Juventus-Cagliari sarà Fabio Maresca di Napoli. Gli ultimi precedenti fra Juve e Cagliari: 12 febbraio scorso, vittoria dei bianconeri in trasferta, 0-2, con doppietta di Higuain; 21 settembre 2016, poker juventino in casa, gol di Rugani, Higuain, Alves e autorete di Ceppitelli; 9 maggio 2015 pareggio a Torino, 1-1, reti di Pogba e Rossettini; 18 dicembre 2014, affermazione esterna della squadra piemontese, 1-3, a segno Rossettini, Tevez, Vidal e Llorente; 18 maggio 2014, tris bianconero fra le mura amiche, autorete di Silvestri, gol di Llorente e Marchisio.

Il Napoli a Verona

Alle 20,45 sarà la volta di Verona-Napoli, il secondo anticipo in programma, arbitro Michael Fabbri di Ravenna. I partenopei hanno mantenuto la stessa intelaiatura della scorsa stagione, l'unica nota di maggiore rilievo è rappresentata dall'arrivo di Ounas, una valida alternativa nel corso della stagione. Sarri potrebbe schierare questa formazione, 4-3-3: Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam, Hamsik, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.

Gli scaligeri, ritornati in Serie A dopo un anno, puntano alla salvezza, ma hanno le potenzialità per raccogliere qualcosa di più. L'undici gialloblù più probabile, 4-3-3: Nicolas; Romulo, Herteaux, Caceres, Souprayen; Bruno Zuculini, Fossati, Bessa; Cerci, Pazzini, Verde.

Domenica otto match in programma

Alle 18 di domenica toccherà ad Atalanta e Roma, arbitro Giacomelli di Trieste. I bergamaschi guidati da Gasperini saranno chiamati a confermare quanto di buono fatto nel campionato precedente. La Roma si presenterà con un nuovo tecnico in panchina, Eusebio Di Francesco, ma con le ambizioni di sempre. Domenica, infine, alle 20,45, tutte le altre partite della prima giornata: Bologna-Torino, Crotone-Milan, Inter-Fiorentina, Lazio-Spal, Sampdoria-Benevento, Sassuolo-Genoa e Udinese-Chievo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!