Un centrocampo più folto per affrontare campionato e Champions League

Con due punti da recuperare al Napoli e l'Inter appaiata al secondo posto in classifica, Allegri punta a recuperare i suoi pezzi pregiati per affrontare uno dei momenti più decisivi della stagione. Sembra proprio che la sosta per le nazionali sia arrivata esattamente nel momento in cui il tecnico bianconero ne aveva bisogno per avere a disposizione più pedine da schierare sulla mediana.

Uno "strano mercato autunnale" per la Juve, che porterà nella formazione della Vecchia Signora delle soluzioni aggiuntive per il centrocampo.

Per i convalescenti Marchisio e Khedira il lavoro per il pieno recupero della forma fisica è già iniziato, mentre Pjanic, alle prese con una lesione del quadricipite femorale, dovrà ancora attendere una o due settimane prima di rientrare in gruppo. Sul bosniaco ex Roma Allegri è stato molto chiaro: per tornare al 100% della condizione ci vuole tempo, e lo staff medico non forzerà per il suo recupero, rischiando danni peggiori.

Il punto su Marko Pjaca: quando potremo vederlo nuovamente in campo?

Reduce da un grave infortunio al ginocchio destro (rottura del legamento crociato anteriore) a marzo di quest'anno, l'ex giocatore della Dinamo Zagabria, approdato alla Juventus per 22,5 milioni di euro, sta preparando il suo ritorno in campo.

Il ragazzo scalpita, ha voglia di giocare e dare una mano ai suoi compagni, ma Allegri predica calma: "Pjaca sta affrontando un percorso di pieno recupero, e ci vorrà ancora del tempo prima che possa giocare di nuovo. Il giorno del suo ritorno in campo non è lontanissimo, ma neanche vicinissimo.

Posso dire che Marko in questo momento è a metà del percorso, e verrà valutato dallo staff medico settimana dopo settimana."

Matuidi-Bentancur, garanzia di qualità, polmoni e forza fisica

Mentre Allegri attende il rientro della vecchia guardia a centrocampo, i nuovi arrivati corrono per tutti e continuano a macinare chilometri.

Blaise Matuidi e Rodrigo Bentancur stanno incanalando ottime prestazioni, garantendo alla linea mediana juventina esperienza e qualità di gioco. L'uruguaiano classe '97 ex Boca Junior sta crescendo partita dopo partita, affinando sempre di più l'intesa con i nuovi compagni di reparto e mostrando grande personalità, mentre l'ex giocatore del Paris Saint Germain ha dimostrato da subito di sapersi integrare perfettamente negli schemi di Allegri, con corsa, inserimenti e poche parole, come affermato anche dal tecnico bianconero: "Matuidi è un giocatore che mi piace, perchè parla poco e corre tanto."

Parole d'oro per il francese, che da quando è arrivato è stato uno dei giocatori più utilizzati dall'ex allenatore del Milan.

Con gli impegni di Champions, tuttavia, la qualità di Bentancur e la capacità di inserimento di Matuidi potrebbero non essere sufficienti per affrontare tutte le partite. Serve il ritorno di Marchisio e Khedira per far rifiatare i nuovi arrivati. Quando li rivedremo in campo? Staremo a vedere.