Una Lucchese propositiva si piega al cinismo del Piacenza, che capitalizza al meglio (rete di Mora al 31' del secondo tempo) le poche occasioni avute al Porta Elisa di Lucca.

La Cronaca

Rossoneri propositivi e con in mano il pallino del gioco per lunghi tratti, ma che manifestano la solita poca cattiveria nei sedici metri, anche se Fumagalli, il portiere del Piacenza, si mostra in serata super, e compie un paio di miracoli su Fanucchi e De Vena. Per il Piacenza invece va a segno Mora, bravo a risolvere dalla distanza, dopo un marcato errore della difesa della Lucchese: Capuano e Albertoni non si intendono, e dopo la respinta corta del difensore, il giocatore del Piacenza esplode un destro da fuori che finisce alle spalle del numero uno della Lucchese. Inutile il forcing finale dei padroni di casa, che cercano più volte invano la via del pareggio.

Pubblicità

Il post gara

Nella conferenza del dopo gara mister Giovanni Lopez si mostra infuriato, sia per il risultato che per la direzione arbitrale. "I rigori quando ci sono vanno fischiati" ha esordito, per poi soffermarsi sulla buona prestazione dei suoi ragazzi, che a suo dire avrebbero meritato non solo il pareggio, ma anche la vittoria. Bene infatti la prova dell'undici rossonero, schierato dal mister con la consueta difesa a tre, con Baroni a sinistra, Capuano al centro e Maini a destra. Parte dall'inizio anche il rientrante capitan Nolè, a far diga in mezzo al campo insieme al sempre positivo Arrigoni.

A Cecchini e Merlonghi il compito di sfondare sulle fasce, mentre Fanucchi è schierato da trequartista, ad imbeccare la coppia d'attacco formata da De Vena e Del Sante. Il mister del Piacenza, Lussardi, sempre in conferenza stampa ha invece elogiato la prova dei suoi, che partono da Lucca con tre punti che proiettano la squadra nei piani alti della classifica.

Prossimo turno

Tre giorni e si torna in campo, mentre si continua a parlare di riforma dei campionati: il turno infrasettimanale prevede per la Lucchese la trasferta in quel di Cuneo, reduce da un pareggio esterno contro la Pistoiese, mentre il Piacenza riceverà al Garilli l'ultima della classe, il Gavorrano di mister Bonuccelli, che ancora non è riuscito a muovere la classifica e nell'ultima gara ha patito un sonoro 3-0 casalingo, inflitto dalla Viterbese.

Pubblicità

Questione societaria

La partita più importante però, per la Lucchese, si gioca negli uffici della sede: sono ore febbrili infatti per il futuro rossonero, con l'attuale compagine societaria giunta ormai ai ferri corti. Nel pomeriggio di oggi (2 ottobre) l'incontro con l'imprenditore La Cava, che sarebbe intenzionato a rilevare il 30 per cento della società, anche se una parte degli attuali soci "sponsorizza" la vendita del pacchetto azionario al duo Deoma-Di Matteo.