L'ottava giornata di campionato potrebbe essere decisiva per capire quali saranno gli obiettivi delle squadre di vertice. Sono ben tre gli scontri diretti che si giocheranno, infatti, tra oggi e domani: alle ore 18, all'Allianz Stadium, andrà in scena Juventus-Lazio, con i bianconeri che vogliono riprendere a vincere dopo il pareggio contro l'Atalanta nell'ultima giornata che gli ha fatto perdere la testa della classifica; alle ore 20:45, allo stadio Olimpico di Roma, si sfideranno Roma e Napoli, con i partenopei che sono a punteggio pieno dopo sette giornate, con due punti di vantaggio proprio sulla Juventus e sull'Inter; Inter che, invece, sarà impegnata domani sera nel derby di Milano contro un Milan in crisi dopo le due sconfitte consecutive patite contro Roma, in casa prima della sosta, e Sampdoria, al Marassi.

Una classifica che potrebbe completamente spaccarsi in due tra chi lotta per lo scudetto e chi, invece, lotta per un piazzamento in Champions League. In caso di vittoria contemporanea di Napoli, Juventus ed Inter, infatti, il divario dalle altre tre squadre comincerebbe ad essere pesante visto che, attualmente, la Lazio, quarta in classifica, è a tre punti da Inter e Juventus, che la precedono.

Il parere di Tardelli

Sul derby di Milano si espresso l'ex calciatore dell'Inter e della Juventus, oltre che ex allenatore nerazzurro, Marco tardelli, che ha parlato delle conseguenze che potrebbe portare una sconfitta della squadra di Luciano Spalletti o del Milan. Queste le sue parole, rilasciate in un'intervista a La Stampa:

"Sarà una giornata di campionato un pò particolare visto che gli impegni delle Nazionali spesso sono faticosi e stressanti e riportano a casa calciatori stanchi e, a volte, anche infortunati, oltre che scarichi psicologicamente.

Andando a prendere come esempio il derby, se il Milan dovesse perdere sarebbe davvero un' Apocalisse, frase già usata incautamente per apostrofare una mancata qualificazione ai mondiali in Russia dell'Italia e che ha pesato sul nostro commissario tecnico, Giampiero Ventura. Una sconfitta porterebbe i rossoneri a dieci punti dai cugini dell'Inter e questo porterebbe grandi polemiche all'interno dell'ambiente, che verrebbe pesantemente avvelenato.

Se fosse l'Inter, invece, a perdere il derby dal punto di vista della classifica cambierebbe poco mentre molto potrebbe incidere dal punto di vista del morale, che ne risentirebbe".