Inter e Milan: rivali da sempre. Lo sono stati soprattutto negli ultimi tempi. Per entrambe le società si è aperta una nuova era con gli "occhi a mandola". Una proprietà cinese per i due club più importanti di Milano che difficilmente un tempo si sarebbe potuta pronosticare.

Entrambi, però, hanno avuto capitali freschi dagli investitori asiatici ed in estate sono state protagoniste di un mercato che ha avuto strategie diverse. Da una parte i rossoneri che non hanno avuto problemi a non badare a spese. Dall'altra i nerazzurri che dopo i grandi investimenti della passata stagione, hanno scelto la strada della "spending review" con controllo dei costi, nessun acquisto roboante e persino abbassamento del monte ingaggi.

Le due tifoserie si sono approcciate alla stagione con stati d'animo diversi. Quella nerazzurra risultava particolarmente delusa per l'assenza di un nuovo top player in organico, quella rossonera gongolava per una squadra che sembra rifondata con le credenziali per stare in alto in classifica.

Ultime Inter: l'entusiasmo nerazzurro

L'Inter collezionava buoni risultati in amichevole, ma in pochi ci davano speso. Il Milan, invece, inizia a vincere in Europa League e San Siro si riempiva sempre di più. A qualche settimana di distanza le cose sembrano davvero essere cambiate. Nel mondo rossonero la delusione per il pessimo rendimento della squadra è palpabile. In quello nerazzurro invece ci si coccola Luciano Spalletti, artefice principale di una squadra che rischia di lottare per lo scudetto dopo il settimo posto della passata stagione.

E che il popolo interista ci creda davvero lo dimostrano i numeri: non solo per i 78mila spettatori presenti nel derby contro la squadra di Montella. In quell'occasione è stato fatto segnare il record d'incassi per una partita del calcio italiano: 4.864.000 euro.

Ultime Inter: altri soldi

L'Inter, dunque, si è messa in tasca cinque milioni di euro, sebbene una parte spetti alla squadra ospite e altro denaro vada al Comune.

Ma i soldi rimangono comunque tanti e attenzione il popolo nerazzurro continua a essere numeroso a San Siro: erano quasi 55.000 contro la Sampdoria e mai si è scesi sotto i 50.000 in questa stagione, facendo registrare un incremento di oltre il 20% rispetto alla passata stagione. Entusiasmo, stadio nerazzurro e soprattutto: altro denaro in cassa.

Magari da investire sul mercato. E in estate, dopo un mercato non esaltante, era difficile credere che si sarebbe potuti arrivare ad incassi di questo tipo.