L'Inter di Luciano Spalletti non soffre di vertigini. Quello che i nerazzurri hanno conquistato fino ad oggi è totalmente frutto del lavoro fatto sul campo. E non solo quello che si vede la domenica, ma anche e soprattutto stanno producendo gli allenamenti tesi a immagazzinare i dettami del tecnico di Certaldo.

Non bisogna girarci attorno. Gran parte della riscossa nerazzurra dipende da quanto l'allenatore toscano è riuscito a dare ad una squadra che, nella scorsa stagione, era arrivata appena settima.

E non è che in estate si sia investito molto, anzi.

Sono arrivati buoni calciatori, ma nessun top player. Nessuna cifra folle è stata spesa per un solo giocatore ed è stato addirittura rispettato il monte ingaggi.

Ultime notizie Inter: la sorpresa

L'Inter, come ogni società calcistica, oltre che da logiche legate al campo, ha una gestione che deve passare anche per i conti. Suning punta a ripristinare il blasone dei nerazzurri, ma lo fa senza follie e senza far andare il bilancio in rosso. Ed è uno dei motivi per i quali si possono salutare con soddisfazione anche dei "colpi" in uscita.

Gianluca Caprari, ad esempio, è finito alla Sampdoria nell'ambito dell'operazione Skriniar. Un affare, a giudicare dal rendimento dello slovacco fino al momento.

Ma non è finita, perchè ulteriori indicazioni positive provengono dalla questione meramente economica.

L'ex attaccante della Roma, infatti, avrebbe generato una plusvalenza importante, secondo quanto rivelato da Calcio & Finanza.

Sarebbero 9,3 i milioni generati dal passaggio dell'ex attaccante del Pescara ai blucerchiati e, in un certo senso, può essere considerato lui il vero "colpo" dell'estate.

Almeno sotto il profilo della gestione economica.

Inter: news sull'aspetto finanziario

L'Inter, in estate, ha avuto modo di salutare con una certa soddisfazioni calciatori come Kondogbia, Jovetic e Banega. Tutti calciatori che a bilancio pesavano tantissimo per l'alto profilo del loro ingaggio. L'impatto è stato più che positivo e, oltre che sul campo, questa rappresentava la stagione in cui si dovevano porre le basi per tornare grandi nelle prossime.

Gli introiti della Champions aumenteranno il potere di investimento e qualcuno spera che la Cina dia sempre più libertà alle proprie aziende di investire nello sport all'estero. E Suning, colosso cinese, avrebbe molto da offrire alla causa nerazzurra in tal senso.