A San Siro si è appena conclusa la gara valida per il ritorno dei Play Off utile per staccare il pass ai mondiali di Russia 2018 ma la Nazionale azzurra non riesce ad andare oltre allo 0-0, uscendo così di scena. L'Italia paga a caro prezzo il risultato dell'andata di Stoccolma alla Friends Arena, dove complice una sfortunata deviazione di Daniele De Rossi la Svezia si è aggiudicata il round dell'andata. Partita piena di emozioni ma inchiodata sullo 0-0. A nulla sono serviti gli sforzi di Immobile e compagni che hanno tentato il tutto per tutto.

Inutili i cambi di Giampiero Ventura dove nella disperata corsa di far risultato ha inserito a partita in corso Belotti, El Sharaawy e Bernardeschi. La Svezia ha fatto il suo gioco e ha impostato tutta la sua partita in difesa.

L'Italia dice addio al Mondiale di Russia 2018

La grande assente di questo Mondiale sarà la Nazionale azzurra. Complici i troppi sbagli fatti durante le partite di qualificazione con l'aiuto di qualche cambio di modulo senza senso del ct azzurro Ventura, l'Italia non supera il test dei Play Off. Non succedeva dal 1958 che l'Italia non partecipasse ad un Mondiale. Ricordo altrettanto triste perché in quel caso i Mondiali si giocavano proprio in Svezia. Nove anni prima l'Italia aveva perso gran parte dei suoi titolari nella tragedia di Superga, faticando a trovare nuovi titolari di alto livello.

Chi dovrà prendersi per primo le sue colpe e forse fare un passo indietro è proprio Giampiero Ventura, di cui l'esonero è quasi certo anche perchè in tutto questo tempo non ha saputo trovare il modulo adatto per gli azzurri dopo l'impresa fatta da Antonio Conte che ci aveva portato in semifinale contro la Germania negli Europei in Francia.

Al termine della partita tra la gioia della Svezia che non si qualificava al Mondiale dal lontano 2006, ci sono le lacrime amare per gli azzurri e per i tanti tifosi ma quelle che fanno più male sono quelle del capitano Gianluigi Buffon al suo ultimo anno con la maglia azzurra.

I saluti del Capitano

Gigi Buffon lascia il testimone a Gigio Donnarumma e saluta i suoi compagni di battaglia per oltre 10 anni: Barzagli, Bonucci, Chiellini (la BBC).

Questo poteva essere il suo quinto Mondiale giocato portandolo in cima alla classifica dei record personali. Un Gigi in lacrime davanti i schermi Rai nell'intervista con Alessandro Antonelli. Il suo saluto va soprattutto a tutti gli italiani che lo hanno sempre sostenuto nel suo cammino.