Saranno quasi 4mila stasera i tifosi del pordenone a San Siro per la sfida di Tim Cup contro l'Inter. Tifosi che sognano di fare lo sgambetto alla prima della serie A. Grande lavoro della comunicazione del club di Serie C. La partita, valida per gli Ottavi di Tim Cup, sarà trasmessa sulla Rai.

Inter-Pordenone, una notte storica per i ramarri!

Saranno almeno 3.500 (ma c'è chi spera di arrivare a quota 4000) per portare a San Siro i colori neroverdi. Sarà la prima volta del Pordenone contro l'Inter. D'altronde, come hanno ricordato i bravissimi addetti alla comunicazione nei giorni scorsi, il Pordenone 'non è mai stato in serie B'.

Che poi è uno degli slogan dei tifosi interisti e le due società hanno così coniato l'hashtag #maistatiinb.

Dunque sarà uno scontro inedito per i nerazzurri contro i ramarri. Sono oltre 350 i chilometri che separano Pordenone a Milano: da questa mattina i quasi 4mila di San Siro si metteranno in viaggio alla volta della Lombardia. La società friulana ha comunicato che sono stati prenotati oltre quaranta pullman, ma molti tifosi dei ramarri raggiungeranno Milano in auto per una grande festa del 'popolo neroverde' che coinvolgerà anche diversi sponsor della prima squadra, centinaia di ragazzi del settore giovanile neroverde e delle formazioni affiliate. Con loro anche una delegazione dall'Area Giovani del Cro di Aviano, il reparto dell'istituto tumori in cui sono ricoverati pazienti oncologici giovani e adolescenti.

Il Pordenone alla 'Scala del Calcio': le parole alla vigilia

L'unico ad aver toccato da vicino il prato di San Siro è stato Leonardo Colucci, dalla scorsa estate tecnico del Pordenone dopo l'addio di Bruno Tedino, ed ex calciatore di Bologna, Parma, Cagliari e Verona. Queste le parole del tecnico neroverde alla vigilia della sua partita più importante da quando ha intrapreso l'avventura in panchina: 'Abbiamo preparato la sfida - ha dichiarato il tecnico del Pordenone - con l'entusiasmo e la voglia di affrontare l'Inter e i suoi quei giocatori straordinari.

Comunque vada per noi sarà una festa, un giusto premio per la città e per il nostro presidente che ha reso possibile quello che sembrava solo un sogno'. Già, il patron Lovisa. Se il Pordenone passerà il turno, ha già detto che tornerà a casa a piedi insieme a mister Colucci. Dopo aver eliminato il Cagliari, insomma, il Pordenone sogna un altro sgambetto ad una squadra di Serie A...