In casa Inter continuano a circolare varie voci sui possibili obiettivi per l'attuale sessione di calciomercato. La società, infatti, si sta muovendo per rinforzare la rosa a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, soprattutto dopo i risultati dell'ultimo mese che hanno portato la squadra a crollare dal primo posto al terzo posto, a otto punti dalla Juventus seconda e a nove lunghezze dal Napoli capolista. La vittoria, infatti, manca dal 2 dicembre, quando l'Inter si impose per 5-0 sul Chievo Verona: da allora sono arrivati tre pareggi, contro Juventus, Lazio e Fiorentina, e due sconfitte, contro Udinese e Sassuolo.

Un rinforzo arriverà sicuramente in difesa visto che come centrali a disposizione del tecnico di Certaldo, attualmente, ci sono i soli Joao Miranda, Milan Skriniar e Andrea Ranocchia e gli infortuni del brasiliano e dell'italiano hanno sottolineato ancor di più l'esigenza di muoversi in quel reparto. Contro la Fiorentina, infatti, si è fatto male Ranocchia e Spalletti è stato costretto a schierare in quel ruolo Davide Santon e per un errore di piazzamento è arrivato il pareggio di Giovanni Simeone al 91'. Ma un rinforzo la società nerazzurra cercherà di reperirlo anche nel reparto avanzato, per garantire un'alternativa di valore ad Antonio Candreva e Ivan Perisic, apparsi fuori forma nelle ultime partite.

Inter, sfuma un obiettivo

Sono tanti i nomi che sono stati accostati all'Inter in quel reparto fino a questo momento. Ma sembra chiaro il concetto fatto passare dalla società: non verranno fatti grossi investimenti a meno che non ci siano cessioni illustri. Per questo motivo si cercherà di piazzare un colpo in prestito con diritto di riscatto e il nome in pole position in questo momento è quello dell'esterno spagnolo del Barcellona, Gerard Deulofeu, che il tecnico blaugrana, Valverde, ha praticamente messo fuori rosa non convocandolo né per la coppa del Re né per il campionato dichiarando in conferenza stampa che non rientra nei suoi piani.

Stando a quanto riportato da Calciomercato.com, intanto è sfumato un obiettivo. Si tratta dell'esterno del Sassuolo, Matteo Politano, con il patron dei neroverdi, Giorgio Squinzi, che per sedersi al tavolo delle trattative ha chiesto trenta milioni di euro, chiudendo all'ipotesi di una cessione in prestito con diritto di riscatto.

Il club nerazzurro, infatti, può operare solo con quella formula visto che l'obbligo di riscatto è considerato di per sé un acquisto a titolo definitivo dall'Uefa.