Juventus-Torino di Coppa Italia si è portata dietro diversi punti. Il primo è quello che vede la Juventus, nettamente superiore ai rivali granata sul campo, approdare alle semifinali di coppa Italia per l'ottava volta nelle ultime 10 stagioni (2 in più di chiunque altro). Il secondo punto riguarda, come siamo ormai abituati da tempo, i cori razzisti pronunciati nei confronti dell'ormai ex allenatore del Torino (da ieri è ufficiale l'ingaggio di Mazzarri) Sinisa Mihajlovic, reo di aver protestato con l'arbitro e i suoi assistenti in occasione del presunto fallo di Khedira da cui è poi scaturito il 2-0 dei bianconeri.

Pubblicità
Pubblicità

E proprio il fallo di Khedira riguarda il punto successivo. Mentre per alcuni il tedesco ha commesso un intervento falloso nei confronti del granata Acquah, mentre per altri, tra cui anche l'arbitro Doveri, l'intervento dell'ex mediano del Real Madrid è nettamente sul pallone. Viste le proteste dei granata, però, Doveri ha fatto ricorso all'aiuto del var, confermando poi la sua decisione iniziale.

Pubblicità

Apriti cielo ! La panchina del Torino scatta in piedi, i giocatori in campo faticano a contenere la loro rabbia e, a farne le spese è stato l'allenatore Mihajlovic, colpevole di aver detto qualche parola di troppo nei confronti del fischietto romano. La partita praticamente termina qui. La Juventus amministra il doppio vantaggio, mentre il Torino si difende per non prendere un'altra imbarcata dopo il derby di campionato terminato sul 4-0.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A

Il dopo gara

A fine gara, visto anche lo sciopero dei giornalisti Rai, in pochi riescono a seguire le dichiarazioni del vice allenatore del Toro Attilio Lombardo. L'ex giocatore, tra le altre proprio della Juventus, non nasconde la sua ira per l'episodio sopra citato. La Torino granata è inferocita e, il giorno dopo, a farne le spese è ancora una volta Mihajlovic, esonerato dal presidente Urbano Cairo.

Ma quanto hanno senso queste proteste ? Dopotutto la partita non è praticamente mai stata in discussione e la squadra di Allegri, anzi, avrebbe meritato un vantaggio più ampio nella prima frazione, con il portiere Milinkovic Savic abile ad erigere un muro contro gli attacchi di Dybala e compagni. Il fallo del raddoppio, poi, è molto simile a quello per cui proprio il ghanese Acquah fu espulso in un derby della passata stagione.

Pubblicità

In quel caso Mihajlovic aveva giudicato l'intervento come non falloso, vista l'intenzione del suo giocatore di andare sul pallone, finendo per litigare anche con i giornalisti durante una sua intervista a Sky. A molti, questo episodio accorso mercoledì scorso, sembrerà la solita pretesa con cui la squadra sconfitta tenta di giustificare la propria debacle contro un avversario più forte.

Doveri squalificato

Doveri, intanto, è stato squalificato dall'associazione italiana arbitri (AIA) proprio in merito a quanto accaduto nel derby.

Pubblicità

Non è il primo errore compiuto dal direttore di gara, colpevole anche di aver negato un probabile rigore al Crotone in occasione della sfida con il Napoli (Doveri in quel caso era al var). Il direttore di gara è stato sospeso per una o due giornate, ma la sua squalifica non ha fatto altro che aumentare i dubbi sull'uso della moviola in campo. Scelta giusta o sbagliata affidarsi alla tecnologia, visto che comunque il numero degli errori di valutazione non diminuisce ?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto