Nei mesi scorsi, ci eravamo occupati della questione legata allo stadio "Esseneto" di Agrigento, che non aveva ottenuto dagli organi federali l'autorizzazione ad ospitare le gare casalinghe della formazione locale. L'impianto di illuminazione della struttura era risultato inadeguato alla normativa vigente, e tutte le partite interne dell'Akragas erano state spostate sul campo neutro di Siracusa.

Ovviamente, al di là delle problematiche organizzative, si erano avute ripercussioni economiche per i mancati incassi e per le somme da restituire agli abbonati che avevano dato fiducia alla società, sottoscrivendo la regolare tessera.

Fallita trattativa con una cordata iraniana

Da settembre, inoltre, la dirigenza aveva deciso di trattare la cessione della società, in quanto la gestione particolarmente pesante non consentiva al presidente Alessi ed al socio di maggioranza Giavarini, di onorare tutti gli impegni presi. Nell'ultimo periodo, si era parlato di una cordata iraniana interessata ad acquisire il club, garantendone così la sopravvivenza.

Tuttavia, secondo quanto riportato dalla redazione di "Agrigento Oggi", la trattativa sarebbe fallita miseramente, facendo ripiombare l'Akragas nel caos più totale. Intanto ieri, 24 gennaio, il presidente Silvio Alessi avrebbe comunicato a tutti i tesserati di non essere più disposto a sostenere i costi di gestione, aggiungendo che tutti i calciatori potevano ritenersi liberi da ogni vincolo contrattuale.

In altre parole, dietro l'angolo c'è lo svincolo di tutta la rosa con il conseguente smantellamento della squadra. A questo punto, è in forse anche il match in trasferta contro la Paganese, che potrebbe dare il via ad un vero e proprio calvario sportivo per il club siciliano che dovrebbe concludersi con la radiazione dal campionato.

Il calcio italiano, dunque, si trova a dover affrontare un'altra emergenza - la terza in pochi mesi - ma conoscendo le assurde dinamiche e le insormontabili difficoltà economiche della Serie C, potrebbe "non finire qui", come avrebbe detto un famoso presentatore. Vediamo quali sviluppi avrà questa vicenda, anche se al momento il destino dell'Akragas pare piuttosto segnato.

Alessandria, preso Bellazzini

Per il Calciomercato, pochi gli affari conclusi nelle ultime ore: l'Alessandria ha ingaggiato a titolo definitivo, con contratto fino al 30 giugno 2019, l'esperto centrocampista ex Cittadella Tommaso Bellazzini. Il giocatore vanta una lunga esperienza con i veneti in Serie B, avendo disputato 93 gare con 37 gol all'attivo.

La Virtus Francavilla ha ufficializzato la cessione al Gubbio del calciatore Nicholas Battaiola, e la rescissione consensuale con Giuseppe Abruzzese, mentre il Matera ha comunicato il trasferimento di Corado al Catanzaro. Sempre più vicino il passaggio del centrocampista del Napoli Antonio Romano alla Casertana, trattativa che potrebbe sbloccarsi nel prossimo fine settimana.

Il Trapani tratta, in uscita, il forte attaccante Reginaldo, che potrebbe vestire, come riportato da "gianlucadimarzio.com", la maglia della Pro Vercelli in Serie B.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Serie C
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!