Il Cagliari è una squadra certamente importante e che possiede una storia di un certo rilievo, in quello che è il panorama del calcio italiano. Una società che anche a gennaio, durante il Calciomercato della sessione invernale, ha compiuto delle operazioni sia in entrata che in uscita, di un certo spessore in modo tale da mettere a disposizione di Diego Lopez la miglior rosa possibile.

Due protagonisti intanto hanno rilasciato dichiarazioni importanti

Caligara ha espresso durante la propria conferenza stampa alcuni concetti, chiari e privi di ogni tipo di possibile interpretazione.

Il giovane centrocampista neo rossoblu ha dichiarato di essere felice della sua nuova destinazione, visto che il Cagliari oltre ad essere un club di grande tradizione, è anche l'ambiente ideale per crescere e potersi affermare in serie A. A tal proposito Fabrizio Caligara ha citato gli esempi di Niccolò Barella e Filippo Romagna, due ragazzi che a Cagliari stanno dimostrando il loro grande valore crescendo giornalmente in maniera esponenziale. Il giovane centrocampista ha anche messo in evidenza come il modello al quale si ispira sia Claudio Marchisio centrocampista completo della Juventus, dal quale cercherà di carpire i giusti movimenti per poter esprimersi nel migliore dei modi, in quello che è considerato il settore nevralgico del campo per eccellenza.

Le dichiarazioni poco eleganti di Van Der Wiel

Insomma Caligara prova ad iniziare nel migliore dei modi, mentre un ex fresco di trasferimento al Toronto della formica atomica Sebastian Giovinco, non ha di certo speso parole al miele nei confronti del Cagliari. Gregory Van Der Wiel terzino destro olandese infatti ha dichiarato: "Sono andato via da Cagliari perché io ho sempre giocato in grandi squadre come Ajax e Psg, con persone ed ambienti vincenti.

A Cagliari questo non esiste, è un piccolo club che non fa per me". Queste dichiarazioni poco signorili hanno fatto scaldare gli animi dei tifosi rossoblu, che sul web si sono scatenati mettendo in evidenza alcuni aspetti sui quali in effetti ci sarebbe ben poco da obiettare. I supporters cagliaritani infatti hanno precisato alcuni aspetti come ad esempio, le poche apparizioni incolore di Van Der Wiel e la sua tendenza social, che poco ha a che fare con il calcio giocato.

Domani intanto si torna in campo ed il Cagliari dovrà vedersela con la Spal, diretta concorrente nella corsa salvezza. Tra le mura amiche i rossoblu hanno l'obbligo di conquistare i tre punti, e saranno aiutati dal rientro di alcuni elementi davvero fondamentali, sia per l'equilibrio che per la qualità del gioco del Cagliari.