Nonostante una media punti da Champions League dal suo approdo in panchina, il rinnovo di davide ballardini non è ancora una priorità per il Genoa. Il ravennate dice di non pensarci, ma chiaramente è pronto a sedersi attorno ad un tavolo per parlare della sua permanenza in rossoblu. Ad oggi il suo futuro sembra più che mai incerto. Ciò che preoccupa i tifosi genoani sono i precedenti, ovvero i mancati rinnovi dopo una salvezza in carrozza ed una dai contorni decisamente più eroici.

Perinetti chiarisce la posizione del Genoa

Il direttore generale Giorgio Perinetti ha preso tempo e ha spiegato ai microfoni di Primocanale Sport, la posizione del Genoa: "Il mercato è finito e adesso stiamo cominciando a pensare al rinnovo dei nostri giocatori.

Soltanto dopo penseremo all'allenatore. Non abbiamo fretta, ora siamo tranquilli finalmente, dunque non ci sono problemi". Non è un mistero, infatti, che i rapporti tra il presidente Preziosi e Ballardini non siano idilliaci. Il Joker, oltretutto, ha sempre guardato con interesse il profilo di Rolando Maran, senza tralasciare un altro nome potenzialmente caldo per l'ambiente rossoblu: Davide Nicola. Si tratta di ipotesi da prendere con le pinze, il Genoa in questo momento preferisce riflettere e valutare l'operato di Davide Ballardini con calma.

Rinnovo alla portata per Ballardini

Gli spiragli per un rinnovo, comunque, non mancano. Gli acquisti di gennaio infatti si sposerebbero perfettamente con l'idea di calcio del tecnico romagnolo, desideroso di passare ad un attacco a tre in futuro, con una vera punta e due giocatori capaci di agire alle sue spalle.

Formazione che vince non si cambia, questa è la regola più vecchia del calcio e per il momento Ballardini preferisce non osare. Contro l'Inter dunque non si preannunciano cambiamenti dal punto di vista tattico. Tornando al suo futuro, i tifosi aspettano segnali da parte della società. Fosse per la Gradinata Nord, il rinnovo di Ballardini andrebbe siglato a scatola chiusa.

Nelle prossime settimane si deciderà il suo futuro, il Genoa si aspetta una ulteriore crescita dal punto di vista offensivo. E' chiaro quindi che il tecnico dovrà convincere la proprietà non solo attraverso i risultati, ma anche con un gioco maggiormente pimpante. La partita di sabato sera contro l'Inter sarà la prima occasione per mandare un nuovo messaggio forte e chiaro alla proprietà.