Milan "forza nove". E' più o meno questo il concetto che si legge in tutti i giornali questa mattina, all'indomani della vittoria sul Ludogorets. Le difficoltà delle altre italiane contro avversari non necessariamente molto quotati certifica che i rossoneri hanno avuto il merito di farsi trovare pronti nel disputare una partita di livello europeo. Il punteggio ampio era tutt'altro che scontato e il perfezionista Gattuso non ha perso occasione per mettere in evidenza come il punteggio risulti troppo ampio rispetto a quanto si è visto in campo.

Uno sforzo di umiltà non casuale, ma che è anche e soprattutto un messaggio lanciato alla squadra affinché non si abbassi la guarda e si prenda contezza del fatto che ancora c'è molto da fare per raggiungere un livello e dei risultati che siano consoni alla storia ed al blasone del Milan.

Notizie Milan, quello che c'è da sapere

Il Milan dalle ultime partite ha avuto probabilmente conferma del fatto che Rino Gattuso non può essere considerato un semplice traghettatore. La capacità di rianimare la squadra non deve passare inosservata ed oggi si assiste ad un gruppo che finalmente pare aver preso coscienza del peso della maglia che indossa. Merito di un tecnico che ha indiscutibilmente successo nell'operazione che gli era stata richiesta: trasmettere alla squadra almeno una parte di quello spirito battagliero e del dna milanista che lo aveva contraddistinto da calciatore. E Fassone e Mirabelli stano realmente puntando a tenerlo il più a lungo possibile alla guida dei rossoneri, dato che non sarà sfuggito loro il fatto che, tassello dopo tassello, è riuscito a rivalutare un mercato estivo che, ad un certo punto, veniva ritenuto fallimentare da più parti.

L'unica zona dove, fino al momento, l'effetto elettroshock non ha ricevuto i risultati che ci si augurava è quello del centravnati, ma a tamponare tutto c'è stata l'esplosione di Cutrone.

Milan, novità sul mercato?

Il Milan ha necessità di fare un mercato attento, Questo però non si traduce in una necessaria rinuncia ai grandi colpi. Marco Reus del Borussia Dortmund, ad esempio, ha un contratto in scadenza nel 2019 e non rinnoverà con in tedeschi.

Un'occasione importante per prendere un autentico top player e a giocare un ruolo determinante nella trattativa potrebbe essere il nuovo sponsor tecnico dei rossoneri Puma che, in un primo momento, sembrava potesse avvicinare anche Antonio Conte alla panchina milanista. Oggi, però, sembra difficile poter spodestare Gattuso.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!