Luigi Di Biagio è il nuovo commissario tecnico della squadra Nazionale di calcio italiana: l’incarico gli è stato conferito questa mattina dalla Figc, dopo un incontro tra lo stesso Di Biagio, il commissario Roberto Fabbricini e il sub-commissario Billy Costacurta. L’incarico sarà valido sino al prossimo giugno, in questo periodo la Federazione avrà il tempo di valutare e decidere a chi assegnare il ruolo di commissario tecnico, con il pesantissimo incarico di risollevare il calcio italiano verso gli Europei del 2020.

Subito due amichevoli contro Argentina e Inghilterra

Il neo ct si piazzerà subito in panchina, il calendario vede l’Italia impegnata in due incontri amichevoli contro Argentina e Inghilterra, rispettivamente il 23 marzo a Manchester e il 27 marzo a Londra.

Dovevano essere incontri in preparazione per Russia 2018, gli azzurri invece dovranno fare solo da “sparring partner” dopo la mancata qualificazione costata il posto sia al precedente ct Gian Piero Ventura sia al presidente federale Carlo Tavecchio.

Solo voci per il prossimo commissario tecnico

Proverbiale fumata nera per il prossimo ct. La nomina di Di Biagio è un “tampone” che chiude un vuoto durato tre mesi, dopo l’esonero di Ventura. Per il futuro solo voci, le uniche certezze riguardano nomi come quelli di Antonio Conte e Carlo Ancelotti, che si sono già dichiarati non interessati. Altri, invece, sono sotto contratto con club come Roberto Mancini, spesso citato come papabile ma che ha firmato per lo Zenith San Pietroburgo sino al 2020 (con opzione per altri due anni).

Il commissario Fabbricini ha speso parole di apprezzamento per Claudio Ranieri, attualmente sulla panchina del Nantes in Francia (“Non ha niente di meno degli altri candidati”), mentre l’associazione allenatori, tramite il presidente Renzo Ulivieri, sembra caldeggiare il ritorno di Cesare Prandelli, che alla guida dell’Italia raggiunse il secondo posto agli Europei del 2012 e il terzo nella Confederations Cup l’anno successivo, prima di dimettersi dopo la catastrofica partecipazione ai Mondiali 2014 in Brasile, conclusi con l’eliminazione al termine del primo turno.

La carriera di Gigi Di Biagio

Come calciatore, Di Biagio ha vestito le maglie di Lazio, Monza, Foggia, Roma, Inter, Brescia e Ascoli, ed è stato convocato per 31 volte in Nazionale, segnando due reti. Ha allenato le giovanili dell’Atletico Roma per poi passare, nel 2011, sulla panchina della Nazionale Under 20. Dal 2013 è alla guida della Nazionale Under 21, incarico che continua a mantenere puntano alla qualificazione agli Europei U21 del 2019 che si svolgeranno in Italia e San Marino

Segui la nostra pagina Facebook!