Vincenzo Montella entra nella storia del club andaluso con una notte da incorniciare! La notte del 13 marzo 2018 rimarrà nella memoria del tecnico italiano e soprattutto nella testa di tutti gli spagnoli di Siviglia che da casa o all'Old Trafford hanno seguito l'impresa di questa squadra.

Si gioca il ritorno degli ottavi di Champions League e si gioca in uno degli stadi più belli del mondo, uno di quegli stadi che incute timore solo mettendoci piede. All'andata finì 0 a 0 in terra spagnola con un Manchester United incapace di concretizzare le occasioni da rete create.

I favori del pronostico sono dalla parte della squadra allenata da Mourinho ed il Siviglia arriva a Manchester consapevole di questo ed inizia la partita cercando il fraseggio ed il rallentamento del gioco per calmare la furia deei Red Devils, vincitori di 17 gare su 20 giocate all'Old Trafford quest'anno.

Montella si presenta in Inghilterra con un 4-2-3-1 speculare al Manchester che nel primo tempo costringe gli inglesi a difendersi senza creare grossi pericoli alla porta difesa da Sergio Rico.

In mezzo al campo i fraseggi di Vazquez e Banega con la copertura magistrale di Nzonzi costringono il Manchester United al riposo sul risultato di zero a zero, con poche emozioni da registrare. Matic e Fellaini soffrono la tecnica degli spagnoli ed i terzini Young e Valencia non sempre supportano la manovra inglese rendendo inoffensiva la squadra di mister Mourinho.

Nella ripresa entra Pogba al fianco di Matic ma non cambia molto nella manovra inglese, anzi più passano i minuti e più subentra la paura di subire goal visto che il Siviglia non rinuncia mai ad attaccare la profondità.

Montella però riesce nell'impresa di cambiare il match...

Al 71esimo l'allenatore italiano decide che sia arrivato il momento di far entrare Ben Yedder che va a sostituire Muriel preferito nello scacchiere iniziale proprio al franco-algerino. E due minuti più tardi sull'imbucata di Sarabia è proprio lo stesso Ben Yedder con un destro a fil di palo a portare in vantaggio il Siviglia all'Old Trafford!

Non è finita qui però la serata magica del centravanti degli andalusi perché poco dopo, al minuto 78 riesce con un colpo di testa a piazzare il definitivo colpo del ko, con De Gea che nulla può per evitare il goal del 2 a 0 che gela lo stadio inglese.

Con gli ingressi di Mata e Martial il Manchester United cerca di svegliarsi e trova il goal con Lukaku che sembra riaprire i conti a 6 minuti dal termine ma il Siviglia è bravo a controllare la gara e peraltro va vicino a segnare il terzo goal proprio con Ben Yedder.

Finisce in gloria per gli spagnoli e per il tecnico italiano, che dopo 60 anni esatti riporta tra le prime otto squadre d'Europa il Siviglia con una prestazione magistrale in uno stadio storico come quello di Manchester.

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!