Stefan De Vrij è ormai vicinissimo all'Inter ed a meno di clamorosi cambi di scena, vestirà la maglia nerazzurra a partire dalla prossima estate. Si tratta di un grosso colpo per la società milanese, considerato che il 26enne difensore centrale olandese andrà via dalla Lazio a giugno, alla naturale scadenza del suo contratto, e la società capitolina non guadagnerà nulla dalla sua cessione. Le parti si sono già accordate, mancano gli ultimi dettagli e, quando saranno limati, il nuovo contratto sarà depositato. Quella che sarà la campagna di rafforzamento dell'Inter, pertanto, parte sotto i migliori auspici se consideriamo che De Vrij, insieme a Skriniar, costituirà certamente una delle più forti coppie di difensori centrali d'Europa.

Andrà via Joao Miranda e per lui, sulla via dei 34 anni e dunque nella fase conclusiva della carriera, è più che probabile un ritorno in Brasile.

Gli altri obiettivi: il rinnovo di Cancelo

Nei prossimi mesi la società nerazzurra potrebbe definire l'acquisto definitivo di Joao Cancelo, certamente una delle note positive di questa stagione. Il duttile difensore esterno è cresciuto gara dopo gara, imponendosi nel suo ruolo come uno dei migliori del campionato italiano. Per riscattarlo dal Valencia occorrono 35 milioni, ma la transazione sarebbe notevolmente 'ammorbidita' se consideriamo che il club spagnolo ha già reso noto di voler riscattare Kondogbia versando 25 milioni nelle casse dell'Inter.

Alla luce del rendimento di entrambi i giocatori in questa stagione, sembra proprio un grosso affare su ambedue le sponde.

Il riscatto di Rafinha non è semplice

L'Inter è del tutto intenzionata a riscattare Rafinha dal Barcellona, per il quale occorrono almeno 35 milioni (più tre di bonus). Una parte della cifra potrebbe essere recuperata con soldi incassati dall'eventuale riscatto di Joao Mario da parte del West Ham, ma non è così certo che il club inglese confermi la volontà di avvalersi ancora delle prestazioni del portoghese, alla luce di un rendimento tutt'altro che esaltante.

Parte della cifra che occorre per giungere all'acqusto a titolo definitivo di Rafinha potrebbe quindi arrivare dall'eventuale cessione di Brozovic. Resta difficile, ad oggi, ipotizzare altre vie alla luce dei parametri del fair play finanziario da rispettare e della conferma, da parte del governo cinese, di una politica che impone ai propri imprenditori di limitare gli investimenti all'estero nel settore ludico-sportivo.

Motivo per cui i giocatori a costo zero restano i più appetiti dalle parti di Suning, ad iniziare dal difensore Domenico Criscito dello Zenit San Pietroburgo e del versatile esterno sinistro Kwadwo Asamoah della Juventus, entrambi in scandenza a giugno. In tal senso l'Inter segue anche Bernard, centrocampista offensivo brasiliano in forza allo Shakhtar Donetsk.

Il reparto avanzato

Dall'Argentina, l'agente di Lautaro Martinez ha ribadito che il passaggio del suo assistito all'Inter è praticamente una formalità. La società nerazzurra si assicura pertanto uno degli attaccanti più promettenti del calcio sudamericano e, per quanto riguarda il reparto avanzato, concentrerà i suoi sforzi nel cercare di trattenere Mauro Icardi.

Per tentare di tenere alla larga le sirene del Real Madrid, le parti stanno già discutendo un sostanzioso rinnovo. La società è dunque proiettata sulla prossima stagione, ma ovviamente quella attuale è tutt'altro che finita. C'è un posto in Champions League da conquistare ed il ritorno nell'Europa che conta porterebbe all'Inter una ventata di aria fresca dal punto di vista economico, non bisogna dimenticarlo.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!